Papa Francesco prega per l'Europa, perchè riesca ad avere "unità fraterna"

La Messa mattutina del Papa presso Casa Santa Marta. Oggi il Papa prega per l'Europa

Papa Francesco a Santa Marta
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Questo tempo nel quale è necessaria tanta unità tra noi, tra le nazioni, preghiamo oggi per l'Europa, perchè l'Europa riesca ad avere quest'unità fraterna che hanno sognato i padri fondatori dell'Unione Europea".

E' questo il pensiero di Papa Francesco nella Messa mattutina presso Casa Santa Marta. Francesco pensa all'Europa e chiede unità, è un duro momento a causa dell'emergenza mondiale dovuta al Covid-19.

Il Papa poi commenta il Vangelo odierno, terzo capitolo di Giovannni: "Questo passo del Vangelo di Giovanni, il dialogo tra Gesù e Nicodemo  è un vero trattato di teologia, qui c'è tutto. Ogni volta che noi lo leggiamo incontriamo più ricchezza,a più spiegazione, più cose che ci fanno capire la rivelazione di Dio. Sarebbe bello leggerlo tante volte per avvicinarci al mistero della redenzione".

Francesco spiega che osserverà due punti in particolare che sono nel passo di oggi: "Prima è la rilevazione dell'amore di Dio. Dio ci ama e ci ama come una pazzia, Dio sembra una pazzia, ha tanto amato il mondo da dare il Figlio Unigenito per morire in croce. Non è un oggetto da mettere qui o là, è proprio l'espressione dell'amore di Dio. Quanti cristiani guardano il crocefisso e lì trovano tutto, lì c'è tutto l'amore di Dio e la Saggezza di Dio. Guardare il crocifisso in silenzio, le piaghe. Il Figlio di Dio annientato per amore".

Il secondo punto: "La luce è venuta al mondo, ma gli uomini hanno amato più le tenebre che la luce. C'è gente che, anche noi, non può vivere nella luce, perchè sono abituati alle tenebre, sono dei pipistrelli umani, soltanto sanno muoversi nella notte. Non togliamo la luce, perchè è più comodo per noi vivere le tenebre. Gli occhi dell'anima si abituano, questo è peggio. Tanti scandali umani, tante corruzioni, ci segnalano questo. I corrotti non sanno cosa è la luce. Lasciamo che l'amore che ha inviato Gesù per salvarci, entri in noi e ci aiuti a vedere le cose con la luce di Dio", dice Francesco.

La domanda quotidiana che consiglia il Papa è dunque: "Io cammino nella luce o cammino nelle tenebre?"

 

Ti potrebbe interessare