Salesiani e GMG2023: il programma formativo “Alzati” a Cracovia

Da un anno i giovani delle presenze salesiane di tutta la Polonia stanno realizzando il programma di formazione “Alzati”

Giovani delle presenze salesiane di tutta la Polonia
Foto: https://www.infoans.org/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Giornata Mondiale della Gioventù 2023 è lontana, ma alcuni giovani salesiani in Polonia hanno comunque iniziato a prepararsi per il grande evento dedicato ai giovani di tutto il mondo.

L'agenzia di info salesiana racconta che da un anno i giovani delle presenze salesiane di tutta la Polonia stanno realizzando il programma di formazione “Alzati”, proposto dallo stesso Papa Francesco, che nel suo messaggio per la XXXV Giornata Mondiale della Gioventù, celebrata l’anno scorso, ha scritto: “Il tema della GMG di Lisbona sarà: ‘Maria si alzò e andò in fretta’ (Lc 1,39). Nei due anni precedenti, ho pensato di riflettere insieme a voi su altri due testi biblici: ‘Giovane, dico a te, alzati!’ (cfr. Lc 7,14), nel 2020, e ‘Alzati! Ti costituisco testimone di quel che hai visto’ (cfr. At 26,16), nel 2021”.

Poi, siccome la GMG di Lisbona, a causa della pandemia di coronavirus, è stata posticipata dal 2022 al 2023, i due anni di preparazione proposti da Papa Francesco sono cominciati quest’anno.

Nello specifico l'agenzia di info salesiana racconta che il primo anno del cammino formativo in corso nella Polonia salesiana è rivolto agli animatori e leader dei singoli gruppi. Questi, insieme ai responsabili di ciascun gruppo, realizzano contenuti che saranno poi proposti, l’anno prossimo, a tutti i membri del gruppo. Questi incontri mensili costituiscono un’opportunità per rafforzare la fede, costruire l’amore verso gli altri, e per creare una comunità e una speranza condivisa che, nonostante la pandemia, si può sognare, crescere e fare del bene insieme.

Domenica 18 aprile è stato un momento centrale di questo cammino di preparazione, dato che circa 150 persone di tutta la Polonia si sono incontrate online (a causa della pandemia Covid-19). All’inizio dell’incontro, ogni équipe ha avuto l’opportunità di presentarsi brevemente e di mostrare agli altri come sta svolgendo il proprio programma di formazione. Una testimonianza in particolare è stata quella di Basia Turek, una giovane educatrice disabile, una donna piena di passione, entusiasmo e gioia.

Prosegue il cammino di preparazione “Salesiani a Lisbona 2023”, che vuole costituire "una grande iniziativa che unisce l’intera Famiglia Salesiana della Polonia per andare insieme, sotto un’unica bandiera salesiana, all’incontro del Santo Padre e ai giovani di tutto il mondo".

 

Ti potrebbe interessare