Sapevi che il Vaticano ha una lunga tradizione calcistica? Ecco campionato e squadre

Ecco le tradizioni calcistiche del Vaticano

Papa Francesco nel 2015 con un pallone
Foto: Vatican Media /ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Vaticano è uno dei pochi paesi che non fanno parte della FIFA, ma per più di 500 anni il paese più piccolo del mondo ha ospitato una grande tradizione calcistica e ha avuto persino una "Coppa del Mondo" annuale!
Un articolo dell'agenzia ACI Prensa spiega nel dettaglio questo aspetto insolito del Vaticano. I lavoratori della Santa Sede compongono otto società dilettantistiche, oltre a una squadra maschile e una femminile. I club partecipano a un campionato, un torneo di Coppa e, dal 2007, i vincitori di entrambi disputano una "Supercoppa".

Tutte le partite di calcio si giocano al di fuori del territorio del Vaticano, poiché è lungo appena 44 ettari e quasi tutto lo spazio è occupato da edifici, alcuni di grandi dimensioni come la Basilica di San Pietro.
La prima partita ufficiale della nazionale maschile è stata giocata nel 1994, mentre la squadra femminile è stata creata nel 2019 grazie al sostegno di Papa Francesco. Le partite sono state giocate contro altre squadre del mondo.

Per quanto riguarda la "Coppa del Mondo" di calcio del Vaticano, ACI prensa ricorda che questa è una Coppa del Mondo di religiosi chiamata "Clericus Cup". Il torneo coinvolge 16 squadre provenienti da seminari e collegi ecclesiastici di Roma con membri provenienti da vari paesi.
La FIFA precisa che la tradizione calcistica del Vaticano nacque il 7 gennaio 1521, quando l'allora Stato Pontificio "ospitò la celebrazione di una partita di calcio fiorentino – uno sport primitivo che si gioca ancora oggi in Italia e da cui provengono il calcio e il rugby di oggi – sotto l'occhio vigile di Papa Leone X".

testo di Diego Lopez Marina / ACI Prensa

 

Ti potrebbe interessare