Sinodo 2018, i Circoli minori presentano delle proposte pastorali

I padri sinodali al termine dei lavori della mattina
Foto: Daniel Ibañez/ Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tre grandi missioni per la Chiesa:  la testimonianza di fede (kerygma-martyria), la celebrazione della fede (la liturgia ), e il servizio dei fratelli (diakonia).

Queste le proposte operative di uno dei tre Circoli minori di lingua francese.

Finalmente si arriva alla questione centrale per la vita dei giovani è fondamentale la dimensione spirituale: “E 'importante permettere ai giovani di vivere spiritualmente tutti i momenti, vale a dire, discernere nello Spirito Santo il sentiero che Dio apre loro. Inoltre, è necessario che trovino guide competenti per aiutarli e che abbiano le risorse spirituali necessarie” e  l'incontro con Cristo è desiderio di vivere e capire la povertà, la castità e l'obbedienza alla volontà del Padre. “Come aiutare i giovani a scoprire la bellezza di una vita data nella negazione di sé e nell'apertura a Dio e ai fratelli?” chiedono i padri: C’è poi la formazione nella Dottrina Sociale della Chiesa: “Abbiamo sentito il desiderio dei giovani di impegnarsi in strutture politiche, economiche e sociali per ridurre la corruzione, l'ingiustizia e preservare la nostra casa comune. La Dottrina sociale  della Chiesa è un tesoro poco conosciuto.

Il Gruppo B di lingua francese ha messo al centro la necessità di una vera conversione dello spirito prima di ogni altra conversione missionaria o pastorale. E anche sull’idea di Chiesa in uscita i padri chiedono più concretezza “altrimenti il bel concetto di Chiesa “in uscita” rischia di restare puramente intellettuale”.

Tra la proposte anche una proposizione su “il dono del corpo, la grazia dell’affettività e della sessualità”.

E torna anche la richiesta di un “ Consiglio” per i giovani a livello di Chiesa universale, Conferenze episcopali e diocesi.

Il Circolo minore di lingua francese C propone 5 orientamenti. Uno di metodo, come far entrare i giovani nel sensus fidei fidelium tenendo conto delle perplessità contemporanee ed essere in ascolto, dare particolare attenzione ai giovani nelle comunità ecclesiali, e dare attenzione al ruolo delle donne e alla educazione, infine promuovoe l’impegno dei laici nella “inculturazione” della dorttina sociale della Chiesa per servire alla comunità umana.

Nel circolo di lingua tedesca sono state presentate alcune proposte precise  e hanno presentato un “modus” con 24 proposte pastorali per i vescovi per il lavoro con i giovani. Digiuno, preghiera, e un donazione di parte dei fondi personali per sostenere i giovani, incontri regolari con i meno privilegiati, affrontare i problemi di dipendenza, migrazione e criminalità, creare consultori, e chiedere a movimenti e ordini di occuparsi dei giovani, e anche invitare i giovani a pellegrinaggi con i vescovi, occuparsi della formazione dei seminaristi.

Ti potrebbe interessare