Sport e integrazione, riconoscimento al "Torneo delle Parrocchie San Giovanni Paolo II"

Torneo delle Parrocchie di San Giovanni Paolo II
Foto: Acli provincia di Roma
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Evidenziare e premiare le esperienze e le iniziative mirate a favorire l’inclusione e l’integrazione, attraverso lo sport, dei giovani provenienti da un contesto migratorio. "Sport e integrazione" è il meeting promosso dal CONI e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali che prenderà il via martedì 13 dicembre presso il Circolo del Tennis del Foro Italico.

Per tale occasione - alla presenza di Giovanni Malagò, presidente del CONI - verrà conferita una menzione speciale al progetto "Torneo delle parrocchie S. Giovanni Paolo" II promosso dall'Unione Sportiva delle ACLI di Roma in collaborazione con le Acli di Roma e il Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile del Vicariato, sotto l'alto patrocinio della Regione Lazio, di Roma Capitale e del Comitato Regionale Coni Lazio.

È per noi un onore – dichiara Luca Serangeli, presidente dell’U.S. Acli di Roma – e un motivo di profondo orgoglio ricevere questo riconoscimento per il torneo delle Parrocchie “Giovanni Paolo II”, un progetto nel quale crediamo profondamente e che portiamo avanti da sette edizioni. L’obiettivo che fin dall’inizio abbiamo perseguito è stato quello di far prevalere i valori di uno sport inteso come strumento di educazione, integrazione e di crescita personale. Cerchiamo di insegnare a ogni singolo partecipante cosa significa giocare di squadra, rispettare l’avversario e raggiungere la vittoria attraverso la fatica e il sacrificio. Lo sport è per noi a tutti gli effetti un mezzo importante per ottenere un riscatto sociale. Siamo orgogliosi e felici dei risultati raggiunti e continueremo nei prossimi anni con lo stesso entusiasmo”.

 

Ti potrebbe interessare