Stazioni quaresimali, Santa Maria Maggiore

La basilica che custodisce la Salus Populi romani

La nevicata di agosto secondo la tradizione romana
Foto: Aci Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La basilica paleocristiana di Santa Maria Maggiore è stazione quaresimale il mercoledì della Settimana Santa e di nuovo il giorno di Pasqua. Si può dire che la basilica è stata segnata dagli Anni Santi. Già nel primo Anno Santo del 1300, formalmente indetto solo il 22 febbraio 1300 quando era ormai già in corso, la basilica si presenta in una nuova veste spettacolare, preparata pochi anni prima da Papa Niccolò IV.

Il mosaico di Filippo Rusuti nella facciata racconta la leggenda della fondazione della basilica. La Madonna sarebbe apparsa in sogno a papa Liberio e al patrizio Giovanni spiegando che un miracolo avrebbe indicato il posto dove costruirle una basilica.

La mattina del 5 agosto una nevicata miracolosa sull’Esquilino indica il posto scelto dalla Madonna, e Papa Liberio avrebbe tracciato nella neve il perimetro della nuova basilica, costruita poi grazie al finanziamento di Giovanni.

La Basilica ha una serie di appuntamenti speciali per il triduo unito a quello tutto suo dell’Ora della Madre il Sabato Santo Mattina.

A gestire le liturgie è il Capitolo liberiano insieme ai penitenziari domenicani che hanno l’incarico di confessare nella basilica mariana.

La storia del Capitolo Liberiano inizia nel XII secolo con la prima attestazione scritta e prosegue con i primi codici del XIII secolo. Per capire come funzionasse il Capitolo  Liberiano si deve attendere un secolo con delle regole fisse di funzionamento da  fare approvare ai Papi.

Dallo Statuto capitolare si comprende anche la storia della Basilica e del culto.

Il Capitolo Liberiano oggi è Collegio sacerdotale, guidato dal Cardinale Arciprete, da 24 Canonici e dai Coadiutori del Capitolo, tutti di nomina pontificia. I Canonici ed i Coadiutori formano il Presbiterio Liberiano, al quale spetta, sotto la guida del Cardinale Arciprete, assolvere le funzioni liturgiche più solenni ed al servizio pastorale della Basilica.

Il servizio dei Canonici si svolge in conformità alle disposizioni generali del Diritto.

Una particolarità del Capitolo Liberiano è che si onora di avere come Protocanonico il Re di Spagna.

Ti potrebbe interessare