Tempo del Creato: i cristiani possono cambiare il pianeta in meglio

Appello del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano integrale

Il Cardinale Turkson, Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano integrale
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In vista della COP26, Papa Francesco incoraggia i fedeli a celebrare il Tempo del Creato che si svolge dal 1° settembre al 4 ottobre, Festa di San Francesco.

Il Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano integrale ricorda in un comunicato che “il recente Rapporto sul Clima delle Nazioni Unite chiarisce che la crisi climatica sta già colpendo i membri del creato di Dio e che l'umanità sta esaurendo il tempo per evitare i peggiori effetti della crisi ecologica e dell'emergenza climatica”.

Da qui l’invito a “partecipare al Tempo del Creato, la celebrazione annuale di preghiera e azione per la nostra casa comune. Poiché i cristiani costituiscono oltre il 25% della popolazione mondiale, possiedono davvero il potenziale per cambiare in meglio le loro comunità e il mondo durante le prossime cinque settimane”.

Monsignor Bruno-Marie Duffé, già Segretario del Dicastero Vaticano per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, ha invitato i cattolici a firmare e promuovere la petizione: “Il Tempo del Creato di quest’anno sarà anche un momento fondamentale per i cattolici per alzare la voce dei più vulnerabili e mobilitarsi in loro favore”. Risorse gratuite sono disponibili su seasonofcreation.org/it, che aiuteranno i cattolici a raccogliere firme e ad ospitare eventi per firmare la petizione, sia online che in presenza.

 

Ti potrebbe interessare