Tutto pronto per il giubileo dei ragazzi, dal 23 al 25 aprile a Roma con il Papa

La "mappa"del Giubileo dei ragazzi
Foto: www.gmg2016.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il colonnato di San Pietro che diventa un grande “confessionale”, e le “tende della Misericordia” che svettano nel centro storico della città: il Vaticano e Roma si preparano ad accogliere così migliaia di ragazzi e ragazze che da ogni parte d'Italia e del mondo si daranno appuntamento nella Città Eterna in occasione del Giubileo loro dedicato in programma dal 23 al 25 aprile prossimi. Tre giorni intensissimi tra preghiera, confessione, pellegrinaggio alla Porta Santa di San Pietro, ma anche giornate di festa e condivisione nel segno di questo Anno Santo della Misericordia.

"Questo tempo prezioso coinvolge anche voi, cari ragazzi e ragazze, e io mi rivolgo a voi per invitarvi a prenderne parte, a diventarne i protagonisti, scoprendovi figli di Dio (cfr 1 Gv 3,1)” scrive Papa Francesco nel messaggio per il Giubileo dei ragazzi e delle ragazze, esortando tutti a sentirsi chiamati a vivere l'Anno Santo della Misericordia partecipando a questo grande evento giubilare dal tema Crescere Misericordiosi come il Padre  per cui è disponibile anche un sussidio scaricabile dal link http://www.gmg2016.it/giubileo-dei-ragazzi/sussidio/.

Sabato 23 aprile la giornata si aprirà con il Pellegrinaggio alla Porta Santa, che avrà inizio con il percorso dei giovani pellegrini da Castel S. Angelo lungo tutta via della Conciliazione per arrivare a Piazza San Pietro. Il celebre colonnato del Bernini si trasformerà nell' “abbraccio” del Padre che i ragazzi e le ragazze potranno sperimentare grazie agli oltre 150 sacerdoti che si alterneranno ininterrottamente dalle 09:30 alle 17:30 per far vivere a pieno il Sacramento della Riconciliazione.

Nel pomeriggio, al termine del percorso giubilare all'interno della Basilica che si concluderà con la professione di fede sulla Tomba di Pietro, i ragazzi si sposteranno allo Stadio Olimpico per una grande festa all'insegna della musica e delle testimonianze che avrà inizio alle ore 20.30. Già dalle 19.00, però, lo stadio sarà teatro delle esibizioni di alcuni gruppi provenienti da varie Diocesi, espressione di diverse esperienze di pastorale giovanile. Ospitata all'interno delle tre giornate di Giubileo, la serata di festa è organizzata dal Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile della CEI e sarà trasmessa in diretta su Tv2000 e da INBLU Radio.

La festa sarà condotta da Simone Annichiarico con la partecipazione dell’attrice Tosca d’Aquino ed il contributo del coreografo della tv e del teatro, Manolo Casalino. Molti sono gli artisti protagonisti della serata: Lorenzo Fragola, Francesca Michielin, Arisa, Giovanni Caccamo, Moreno, Deborah Iurato, Shari, Dear Jack, Fuoricontrollo e Andrea D'Alessio. Sul palco dell'Olimpico si alterneranno importanti e svariate testimonianze di riflessione e attenzione alla vita da parte di rappresentanti del mondo del cinema, dello sport e dell'astronomia.

Domenica 24 aprile alle ore 10:30 la Santa Messa presieduta da Papa Francesco in piazza San Pietro, rappresenterà il culmine di questo grande evento giubilare. 

La giornata proseguirà poi con la visita alle tende della Misericordia allestite in occasione di questo grande evento. Sette piazze nel centro storico di Roma (Piazza S. Silvestro, Piazza di Spagna, Piazza S. Salvatore in Lauro, Piazza S. Maria in Trastevere, Piazza di S. Maria in Vallicella - Chiesa Nuova, Piazza Pia a Castel Sant’Angelo e la zona della Terrazza del Pincio) ospiteranno da sabato fino a lunedì altrettante tende che racconteranno ai pellegrini e ai cittadini di Roma testimonianze di opere di misericordia spirituale e corporale. La maggior parte dei ragazzi che arriveranno a Roma per questo evento giubilare verrà ospitata nelle parrocchie romane. Sono infatti oltre 200 le comunità che, rispondendo all'invito del Servizio per la Pastorale Giovanile della Diocesi di Roma e del Centro Oratori Romani, metteranno a disposizione un alloggio a terra stile GMG. “La chiesa di Roma che presiede tutte le altre nella carità”, come scrive S. Ignazio, ha il volto dei parrocchiani e dei giovani delle comunità romane nelle quali fervono i preparativi per l'arrivo di questi ragazzi. In queste giornate infine la Polizia di Stato metterà a disposizione un caravan nei pressi di Castel Sant’Angelo per formare i giovani ad un uso responsabile di internet e dei social media.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare