Un sacerdote al servizio della musica sacra, un libro dedicato a Georg Ratzinger

Un volume raccoglie i messaggi di condoglianze arrivati da tutto il mondo e le foto più significative

Benedetto XVI assieme a suo fratello Georg in una foto d'archivio
Foto: Vatican Media
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Lo scorso anno, il 2020, il primo luglio si spegnava il fratello di Papa Benedetto XVI. 

Il Papa emerito aveva stupito tutti organizzando in brevissimo tempo nei giorni precedenti una visita al fratello Georg a Ratisbona. La città ha poi riservato un tributo di onore a Georg Ratzinger per anni direttore del Coro del Duomo, il famoso coro dei “passerotti”.

Qualche tempo dopo è stato pubblicato un volume commemorativo di Georg Ratzinger: ”Un sacerdote al servizio della Musica Sacra” edito da Schnell & Steiner di Ratisbona. Il libro è stato curato dall'arcivescovo Georg Gänswein e dal teologo Christian Schaller.

Si tratta di una raccolta dei più significativi messaggi di condoglianze per la morte del musicista. In 136 pagine contiene, tra le altre cose, i discorsi della cerimonia funebre cui ha partecipato a nome del Papa l'arcivescovo Georg Gänswein. 

Schaller, vicedirettore dell'Istituto Papa Benedetto di Ratisbona, ha spiegato che il Papa emerito aveva richiesto questa pubblicazione come omaggio a coloro alcuni che gli avevano mandato le condoglianze per la morte del fratello. Si tratta di più di mille lettere di ogni parte del mondo. 

Nella introduzione l’arcivescovo Gänswein scrive tra l’altro: “ Come Direttore del Coro della Cappella del Duomo di Ratisbona era soprattutto un uomo che non solo ha conquistato i cuori dei suoi giovani cantori, ma di molte persone e ha saputo conquistare molte anime”.

La prima parte del volume è una biografia fatta di foto e di momenti particolare della vita del musicista, la seconda parte si apre con il messaggio di ringraziamento del Papa emerito a Papa Francesco per le condoglianze. Subito dopo ci sono i messaggi di Bartolomeo e Karekin e ppi di vescovi e arcivescovi, personalità e semplici fedeli. Alcuno sono scritti a mano, altri sono ufficiali come quello dell’ allora primo ministro italiano Giuseppe Conte. Tutti sono riprodotti in foto.

La terza parte è la celebrazione dei funerali solenni a Ratisbona l’8 luglio. 

Papa Benedetto per l’occasione aveva inviato un messaggio che è stato letto dall’arcivescovo Gänswein: “Che Dio ti ricompensi, Georg, per quello che hai fatto, sofferto e per quello che mi hai regalato!” 

Ti potrebbe interessare