Una pizza napoletana e un presepe per festeggiare l’81esimo compleanno del Papa

Papa Francesco con i bambini del Dispensario
Foto: Marco Dragone per ACI Stampa
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha deciso di festeggiare il suo 81esimo compleanno con i bambini del Dispensario Santa Marta. Sono loro gli organizzatori di una festa davvero speciale. Il Papa ha trascorso con i piccoli e le loro famiglie circa un’ora, prima della recita dell’Angelus, tra musica, applausi, canti ed una torta a sorpresa molto speciale! Una pizza margherita di circa 3 metri preparata per l’occasione da un pizzaiolo napoletano e una casetta ( che riproduce il Dispensario a Santa Marta) come torta. 

L’Aula Paolo VI, addobbata sia per il Natale sia per la festa di compleanno di Papa Francesco, è stata la cornice di un evento di gioia e di spensieratezza: palloncini colorati che riproducono la cifra esatta che compie Francesco ( 81 ),  giocattoli, coreografie. C'è anche il Circo Rony Roller a intrattenere bambini e non solo...

I bambini del Dispensario Pediatrico Santa Marta vengono da tutto il mondo e frequentano il Vaticano insieme alle loro famiglie, per ricevere gratuitamente cura e assistenza medica. E per la seconda volta hanno incontrato il Papa a dicembre e gli hanno regalato una mattinata tra i colori del Natale e quelli dei palloncini organizzati per il suo 81esimo compleanno.

E’ stata Suor Antonietta Colacchi delle Figlie della Carità e Responsabile della Fondazione ad organizzare tutto. Con lei i volontari e le volontarie che da tanti anni collaborano per il Dispensario Santa Marta. Sono oltre 50, molti dei quali medici, che ogni giorno si alternano nell’aiutare le suore vincenziane. La Fondazione in Vaticano offre gratuitamente alle famiglie in difficoltà con bambini - senza distinzione di razza o religione, in età neonatale e non in possesso della Tessera del Servizio Sanitario Nazionale - assistenza medica pediatrica.

L’Ospizio “Santa Marta”, poi Dispensario “Santa Marta”, fino a diventare, nel 2008, una Fondazione, è stato guidato con carità e amore grazie all’aiuto dei Sommi Pontefici, della Segreteria di Stato, del Governatorato, del sostegno dei Benefattori e di tanti amici.

Ed è con loro che il Papa, per la seconda volta (la prima nel dicembre 2013) ha deciso di trascorrere il suo compleanno. Giunto in Aula Paolo VI verso le 10e30, il Pontefice ha salutato tutti i bambini, si e’ intrattenuto con loro e ha impartito la benedizione ai piccoli e alle loro famiglie. Visibilmente divertito e contento commenta: " La gioia dei bambini è un tesoro e dobbiamo fare di tutto perchè continuino ad esserlo. Il Natale è una festa per loro, custodite la gioia dei bambini. E per fare questo, fatevi aiutare dai nonni. Gli anziani sono noiosi? No, i nonni ci vogliono bene. Insegnate ai bambini a parlare con Dio e con gli anziani...".

La sorpresa ? Una pizza margherita, lunga circa 3 metri, preparata da un pizzaiolo del centro di Napoli, Vincenzo Staiano, come un’originale torta di compleanno. Papa Francesco ha spento tutte le candeline e ha ringraziato della festa speciale. Per lui, anche un presepe napoletano.

Suor Antonietta saluta calorosamente il Papa: “Non si vede bene che col cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi: diceva Antoine de Saint Exupèry nel suo Il piccolo principe. E noi, tra i nostri piccoli principi, di tutti i colori del mondo, ci troviamo proprio ad applicare questo principio: guardiamo con l’amore che ci ha insegnato Gesù e abbracciamo i nostri fratelli, oltre ogni differenza culturale o religiosa. In un mondo ossessionato dalle apparenze, noi le offriamo la nostra semplicità, che ogni giorno si rende operosa tra le tante urgenze, tra le tante richieste di quanti vengono a bussare alla nostra porta”.

La Responsabile ricapitola l’intenso lavoro del Dispensario negli ultimi anni: “Solo in questo anno, che volge ormai al termine, abbiamo assistito 380 bambini con 3.200 visite, insieme con le loro famiglie, con servizi di pediatria, ginecologia, ecografia, oculistica, allergologia, dermatologia, psicologia, cardiologia, ortopedia, otorinolaringoiatria, logopedia, odontoiatria e chirurgia. Oltre 2000 anni fa, il Figlio di Dio nasceva tra l’indifferenza dei più. E ancora oggi, chi si trova nel bisogno si vede spesso trattato con diffidenza, non di rado con fastidio. Noi cerchiamo di guardare negli occhi chi ci viene a chiedere aiuto, tocchiamo senza paura le ferite dei nostri fratelli, rivolgiamo la dovuta tenerezza verso la dignità di ogni essere umano”.

Dopo il saluto di Suor Antonietta, la testimonianza di una famiglia accolta dal Dispensario: “Qui ci sentiamo a casa perché siamo certi che Lei veglia su di noi come sa fare un Padre”. Proprio per questo, i volontari e le famiglie, hanno voluto riprodurre la "Casetta del Dispensario", per sottolineare l'affetto che li lega a quei luoghi pieni di amore e di cura verso l'altro. I bambini hanno realizzato anche un puzzle che rappresenta le nazioni e i paesi da cui loro provengono. Un mondo vasto e colorato, come quello che vogliono simboleggiare, un mondo che non divide, ma unisce. 

“E’ stata un’emozione fortissima - commenta Valentina, volontaria del Dispensario Santa Marta da oltre 10 anni - abbiamo organizzato l’evento da tanto tempo, ci tenevamo che fosse tutto perfetto. E ci siamo riusciti ! I bambini si sono divertiti molto e anche Papa Francesco era entusiasta di trascorrere proprio con loro e le famiglie del Dispensario il suo 81esimo compleanno. Abbiamo distribuito gli inviti a tutte le famiglie in difficoltà che frequentano il nostro ambulatorio, abbiamo voluto donare loro l’emozione di un incontro con il Papa. Oggi siamo oltre 500! La visita del Papa alle famiglie del dispensario è il segno che il vero potere del cristiano è il servizio”.

Dopo l’incontro con Papa Francesco, la festa non è finita. La pizza regalata a Papa Francesco è stata offerta per il pranzo a tutte le famiglie invitate e ai volontari. Tanti forni, montati per l’occasione nell’Aula Paolo VI, hanno sfornato panzerotti e calzoni per i presenti. Il tutto condito da un’immensa voglia di fare festa per il Papa e per il tempo del Natale.

Anche ACI stampa vuole idealmente unirsi ai milioni di fedeli che da tutto il mondo inviano al Pontefice i devoti auguri di buon compleanno!

 

Ti potrebbe interessare