Una veglia di preghiera ecumenica per essere cristiani e cittadini di Europa

Veglia
Foto: Frontiera Rieti
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una Veglia di preghiera ecumenica ed internazionale per l’Europa del 24 marzo 2017 nella Basilica XII Apostoli a Roma si svolgerà a 60 anni dai Trattati di Roma, che hanno suggellato la pace e la cooperazione tra i popoli europei.

Viene promossa da Insieme per l’Europa, una rete alla quale hanno aderito più di 300 Comunità e Movimenti ecclesiali di recente fondazione, appartenenti alle varie Chiese cristiane. A questa piattaforma si stanno unendo anche Famiglie e Comunità religiose sorte lungo i secoli.

“Insieme per l’Europa – scrive il comunicato stampa di presentazione del Movimento dei Focolari -  è un forza di coesione e vuole tradurre i valori base del cristianesimo in risposta concreta alle sfide di un continente in crisi. Ci lega la speranza che in questo cammino anche il motto dell’Unione Europea “Uniti nella diversità” diventa sempre più realtà in una famiglia di popoli”.

La celebrazione intende offrire un contributo di cristiani, uniti nella preghiera, all’Europa e ricordare i 500 anni dalla Riforma di Martin Lutero.

“Lo scopo di una Veglia di preghiera ecumenica ed internazionale per l’Europa a Roma, città testimone il 25 marzo 1957 della firma dei primi Trattati – continua lo stesso comunicato -  è quello di testimoniare che comunione, riconciliazione e unità sono possibili, e con ciò sostenere il processo di Integrazione Europea che fatica a procedere, trovando ostacoli e resistenze nelle diversità nazionali e anche nelle divisioni degli stessi cristiani”.

L’appuntamento è per venerdi 24 marzo alle ore 19e30 nella Basilica dei Santi Apostoli e saranno presenti  il Cardinale Kurt Koch, Presidente del Pontificio Consiglio per la Promozione dell'Unità dei Cristiani, Monsignor Nunzio Galantino, Segretario Generale della CEI, il Vescovo evangelico, Rev. Heinrich Bedford-Strohm, Presidente della EKD. Ci saranno anche le testimonianze anche di Andrea Riccardi, Fondatore della Comunità di Sant'Egidio, e di Gerhard Pross, dirigente responsabile del CVJM/YMCA.

Bruxelles e altre città del continente faranno eco all’evento di Roma con Veglie organizzate sul posto, espressioni di una rete viva, speranza per il futuro.

In questo contesto ricordiamo che convergono a Roma i capi di Stato e di governo dell’Unione Europea. Il 24 marzo, vigilia della ricorrenza, tutti vengono ricevuti da Papa Francesco.

Ti potrebbe interessare