Verso la beatificazione: il Museo Albino Luciani annuncia i prossimi eventi

"Siamo davvero molto felici di poter presentare il programma di questa nuova edizione dell'annuale rassegna Appuntamento con papa Luciani: il 2022 per noi è un anno molto importante perché il 4 settembre il nostro amato papa Giovanni Paolo I verrà beatifi

La casa natale di Albino Luciani, Giovanni Paolo I
Foto: Diocesi di Vittorio Veneto
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Siamo davvero molto felici di poter presentare il programma di questa nuova edizione dell'annuale rassegna Appuntamento con papa Luciani: il 2022 per noi è un anno molto importante perché il 4 settembre il nostro amato papa Giovanni Paolo I verrà beatificato": Loris Serafini, direttore del Musal – Museo Albino Luciani (www.musal.it) di Canale d'Agordo (Belluno) annuncia il nuovo fitto calendario di eventi organizzato dalla Fondazione Papa Luciani di Canale d'Agordo e dal Museo Albino Luciani, in collaborazione con il Comune di Canale d'Agordo e varie istituzioni.

Ecco qui cosa accadrà. Il 10 settembre nella chiesa arcipretale del paese si terrà l'incontro con Candela Giada, la ragazza guarita in maniera miracolosa grazie all’intercessione di Albino Luciani.

Un comunicato stampa ufficiale raccoglie tutte le novità. Tra i molti eventi che l'edizione 2022 dell'Appuntamento con papa Luciani dedica a papa Luciani sono da segnale due incontri di grande interesse: il 6 agosto, verrà proiettato il documentario di Roberto Soramaè “Albino Luciani: un miracolo dalle Dolomiti” con intermezzi musicali della pianista Silvia Tessari; il 22 agosto, invece, verrà presentata la biblioteca storica curata da Albino Luciani, catalogata grazie alla Fondazione Vaticana Giovanni Paolo I e alla sua vice presidente, Stefania Falasca, e al signor Roy Bernard, che ne ha sostenuto i costi. E proprio la musica sarà invece la protagonista di vari appuntamenti, tra i quali segnaliamo il concerto del 23 luglio (Per il Papa, concerto lirico-sacro con gli artisti della masterclass internazionale tenuta da Adelisa Tabiadon e da Loris Peverada) e il concerto “Ecloga sull'altare dedicato al Beato Giovanni Paolo I” di Attilio Campesato” del 23 agosto.

Anche nel 2022 l'Appuntamento con papa Luciani riserverà una parte degli incontri agli esponenti più rappresentativi del territorio che vide nascere e crescere albino Luciani. Tra questi spicca il poeta-contadino Valerio Da Pos (1740-1822) che verrà ricordato nel 200° anniversario della morte con tre incontri (13, 16 e 20 luglio) in cui verranno lette alcune sue poesie, sarà presentato il volume del prof. Francesco Piero Franchi “Valerio Da Pos poeta contadino. Testi inediti e nuovi contributi critici” e verrà inaugurato il nuovo graffito di Dunio Piccolin. Il 9 luglio sarà invece dedicato a un altro emerito rappresentante locale, don Antonio Della Lucia, ricordato con la presentazione del libro “Il cavalier Don Antonio Della Lucia. Biografia di un pastore rivoluzionario, filantropo e profeta” di Loris Serafini, edito dall’Associazione Bellunesi nel mondo.

Un'attenzione particolare è stata poi dedicata alle mostre, con ben sei proposte: oltre alle mostre “I grandi silenzi. La Crocifissione di Cristo attraverso gli occhi, le mani e il cuore di Augusto Murer” (inaugurazione il 1° luglio presso il Museo Albino Luciani) e “Anna Rech, anche le donne emigravano… L’emigrazione in Brasile attraverso gli occhi, le mani e il cuore di Augusto Murer” (inaugurata sempre il 1° luglio ma alla Casa delle Regole), saranno infatti visitabili quelle dedicate a Valerio Da Pos (“Il poeta-contadino Valerio Da Pos nel bicentenario della morte”) e a don Antonio Della Lucia (“Don Antonio Della Lucia e latteria nel 150° delle latterie”). A queste si aggiungono la “Mostra sulla Confraternita dei Battuti” e quella filatelica, con l'annullo filatelico di domenica 4 settembre, giorno della beatificazione di papa Luciani.

"Sarà un Appuntamento con papa Luciani molto sentito – conclude Loris Serafini – in questi anni non è mai mancato l'affetto della gente verso Albino Luciani e noi della Fondazione e del Musal ci siamo impegnati molto per offrire un programma ricco e vario. Un cammino verso la beatificazione da fare tutti assieme nel ricordo sempre vivo e presente di papa Luciani".

Ti potrebbe interessare