Benedetto XVI: "La misericordia ci muove verso Dio"

Benedetto XVI e Papa Francesco
Foto: Lauren Cater
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La pratica pastorale di Papa Francesco “si esprime proprio nel fatto che egli ci parla continuamente della misericordia di Dio. È la misericordia quello che ci muove verso Dio, mentre la giustizia ci spaventa al suo cospetto. A mio parere ciò mette in risalto che sotto la patina della sicurezza di sé e della propria giustizia l’uomo di oggi nasconde una profonda conoscenza delle sue ferite e della sua indegnità di fronte a Dio. Egli è in attesa della misericordia. Non è di certo un caso che la parabola del buon samaritano sia particolarmente attraente per i contemporanei. E non solo perché in essa è fortemente sottolineata la componente sociale dell’esistenza cristiana, né solo perché in essa il samaritano, l’uomo non religioso, nei confronti dei rappresentanti della religione appare, per così dire, come colui che agisce in modo veramente conforme a Dio, mentre i rappresentanti ufficiali della religione si sono resi, per così dire, immuni nei confronti di Dio”. Lo spiega, in un intervento colloquiale pubblicato in un convegno organizzato dai Gesuiti lo scorso ottobre, il Papa Emerito Benedetto XVI.

Il Papa - sostiene ancora Benedetto - si muove sulla scia di chi lo ha preceduto, su tutti San Giovanni Paolo II. “Non è di certo un caso che il suo ultimo libro, che ha visto la luce proprio immediatamente prima della sua morte, parli della misericordia di Dio. A partire dalle esperienze nelle quali fin dai primi anni di vita - osserva Benedetto XVI - egli ebbe a constatare tutta la crudeltà degli uomini, egli afferma che la misericordia è l’unica vera e ultima reazione efficace contro la potenza del male. Solo là dove c’è misericordia finisce la crudeltà, finiscono il male e la violenza”.

 

 

Ti potrebbe interessare