Cei, da lunedì l'Assemblea Generale. Il Papa apre i lavori

L'Assemblea Generale CEI
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Come ogni anno a maggio i Vescovi italiani si riuniscono in Vaticano per l'Assemblea Generale alla presenza del Papa, Vescovo di Roma e Primate d'Italia. E sarà proprio Papa Francesco ad aprire i lavori dell'assise della Conferenza Episcopale Italiana lunedì 21 alle 17.

Dopo il discorso pubblico, il Papa si fermerà insieme ai Vescovi per un confronto rigorosamente a porte chiuse.

Quella di quest'anno è l'Assemblea Generale di esordio del Cardinale Presidente Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della della Pieve, eletto proprio nel corso dell'Assemblea Generale del maggio 2017 con il nuovo sistema voluto dal Papa che ha deciso di non nominare personalmente il Presidente della Cei, ma di sceglierlo da una terna votata da tutti i vescovi italiani.

“Quale presenza ecclesiale nell’attuale contesto comunicativo”, è il tema dedicato all'Assemblea Generale 2018. I Vescovi italiani - spiega Don Ivan Maffeis, Direttore dell'Ufficio Comunicazioni Sociali della CEI - "si confronteranno sulla responsabilità educativa e missionaria della Chiesa all’interno di una cultura fortemente plasmata dalla comunicazione".

I lavori si concluderanno giovedì 24 maggio con la consueta redazione di un documento finale. Tra gli impegni previsti anche quelli "ordinari" come la presentazione e l'approvazione del bilancio consuntivo annuale della CEI e la definizione dei criteri di ripartizione delle somme derivanti dall’otto per mille.

Tra gli invitati ai lavori dell'Assemblea Generale vi sarà anche il nuovo Nunzio Apostolico in Italia, l'Arcivescovo svizzero Paul Tscherrig. E anche la sua presenza sarà una novità: Monsignor Tscherrig è infatti il primo nunzio in Italia di nazionalità non italiana dal 1929, da quando cioè Italia e Santa Sede hanno stretto relazioni diplomatiche con i Patti Lateranensi.

Ti potrebbe interessare