Diocesi di Teano-Calvi, stretta del Vescovo per arginare i contagi

Monsignor Cirulli proibisce “la distribuzione dell’Eucaristia da parte di Sacerdoti, Diaconi, religiosi e laici non vaccinati”

Il Vescovo di Teano-Calvi Monsignor Giacomo Cirulli
Foto: Diocesi di Teano-Calvi
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Vescovo di Teano-Calvi e di Alife-Caiazzo Monsignor Giacomo Cirulli dinanzi al dilagare dei contagi da Covid-19 ha emesso un decreto che – a partire da ieri – proibisce “la distribuzione dell’Eucaristia da parte di Sacerdoti, Diaconi, religiosi e laici non vaccinati” e ricorda “che durante la Celebrazione le ostie sull’altare devono essere tenute rigorosamente coperte nei previsti vasi sacri”.

“Vi invito – scrive il Vescovo - a rispettare e a far rispettare rigorosamente le norme di profilassi e igienizzazione per il contenimento della pandemia all’interno delle nostre Chiese e nei locali di pertinenza, secondo quanto previsto dal Protocollo d’Intesa tra il Governo Italiano e la CEI del 07/05/2020 per la ripresa delle celebrazioni col popolo e successive integrazioni”.

Monsignor Cirulli invita inoltre a “rispettare tassativamente il distanziamento e quindi il numero di accessi consentiti nell’aula liturgica”.

Viene inoltre sospesa “fino a nuova comunicazione di ogni attività pastorale, catechistica e formativa in presenza”.

Il Vescovo infine – citando il Papa – invita tutti a sottoporsi alla vaccinazione, chiedendo di pregare “affinché il Signore ci aiuti a vivere responsabilmente e coscienziosamente questo lungo periodo di prova”.

Pugliese di Cerignola, classe 1952, Monsignor Cirulli è stato eletto Vescovo di Teano-Calvi da Papa Francesco nel 2017. Dal 26 febbraio 2021 è anche Vescovo di Alife-Caiazzo. Nel 1981 ha ottenuto a Napoli la laurea in medicina e chirurgia.

Ti potrebbe interessare