Il Cardinale Barbarin condannato in primo grado per coperture annuncia le dimissioni

Il Cardinale Barbarin con Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’Arcivescovo di Lione, il Cardinale Philippe Barbarin, è stato condannato in primo grado a 6 mesi di carcere con la sospensione condizionale della pena per omessa denuncia di abusi sessuali su minori perpetrati da un sacerdote della sua diocesi. La sentenza è stata emessa stamane dal tribunale di Lione.

Il porporato - 68 anni - si era difeso in giudizio più volte. "Non ho mai cercato di nascondere nulla, tantomeno questi fatti orribili", aveva detto Barbarin in tribunale.

Ordinato presbitero nel 1977, è stato nominato vescovo di Moulins nel 1998 da Papa Giovanni Paolo II. Dal luglio 2002 è Arcivescovo di Lione e Primate di Francia. Nel 2003 è stato creato Cardinale di Santa Romana Chiesa da Giovanni Paolo II, che gli ha assegnato il titolo presbiterale della Santissima Trinità al Monte Pincio.

Il legale del Cardinale Barbarin ha annunciato ricorso.

La sentenza contro il Cardinale Barbarin arriva pochi giorni dopo quella emessa - sempre in primo grado - contro il Cardinale George Pell da parte di un tribunale australiano.

"Ho deciso di andare dal Santo  Padre per consegnargli le mie dimissioni. Mi riceverà tra qualche giorno: ho preso atto della decisione del tribunale ed indipendentemente dalla mia sorte personale, ci tengo a ribadire tutto la mia compassione per le vittime", ha detto in conferenza stampa l'Arcivescovo di Lione. 

 

Articolo aggiornato alle ore 13.45 del 07-03-2019

Ti potrebbe interessare