Gli 80 anni del Cardinale Piat, terzo africano a uscire dal novero degli elettori nel 2021

Cala la rappresentanza dei porporati africani in vista di un futuro conclave

Il Cardinale Maurice Piat
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Cardinale Maurice Piat, Vescovo di Port-Louis nelle Isole Mauritius, compie oggi 80 anni ed esce così dal novero dei Cardinali elettori in un futuro conclave: è nato infatti il 19 luglio 1941 a Moka.

Entrato nella Congregazione dello Spirito Santo è stato ordinato sacerdote il 2 agosto 1970.

Dopo aver studiato in Irlanda e a Roma – dove si è laureato in teologia alla Pontificia Università Gregoriana – ha proseguito gli studi in India.

Il 21 gennaio 1991 è stato eletto da Giovanni Paolo II Vescovo coadiutore di Port-Louis. Guida la diocesi dal15 febbraio 1993, quando è succeduto al Cardinale Margeot.

E’ stato Presidente della Conferenza episcopale delle isole dell’Oceano Indiano dal 1996 al 2002, dal 2013 al 2016 e nuovamente dal 2020.

Papa Francesco lo ha creato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel concistoro del 2016, del titolo di Santa Teresa al Corso d'Italia.

Ad oggi il Sacro Collegio risulta composto da 221 cardinali, di cui 123 con diritto di voto in un futuro conclave e 98 non elettori. Con l’uscita del Cardinale Piat, i cardinali africani elettori scendono a quota 14 su 25 porpore complessive in rappresentanza del Continente.

Il Cardinale Piat è il terzo porporato africano a compiere 80 anni nel 2021: prima di lui hanno perso il diritto di voto in conclave i Cardinali Gabriel Zubeir Wako, Arcivescovo emerito di Khartoum e Wilfried Fox Napier, Arcivescovo emerito di Durban.

Ti potrebbe interessare