Gli auguri dei vescovi italiani e della diocesi di Roma a Papa Francesco

Nell'anniversario della elezione al Soglio di Pietro

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez/ Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Il popolo di Dio che vive in Roma eleva preghiere e inni di ringraziamento al Signore in occasione dell’ottavo anniversario del dono dell’elezione del nostro Vescovo Francesco, un pastore secondo il Suo cuore misericordioso”. Con queste parole si apre il messaggio che il cardinale De Donatis invia al Papa oggi per l’anniversario di Pontificato. 

 “Ricordo con viva emozione quella sera piovosa del 13 marzo 2013, in una piazza San Pietro gremita di fedeli in preghiera, quando risuonò per la prima volta la voce di Papa Francesco: “La comunità diocesana di Roma ha il suo Vescovo”; e “adesso incominciamo questo cammino: Vescovo e popolo. Questo cammino della Chiesa di Roma, che è quella che presiede nella carità tutte le Chiese” (Francesco, 13 marzo 2013).

 A nome di tutta la comunità ecclesiale di Roma, dei vescovi ausiliari, dei presbiteri, dei diaconi, delle consacrate e dei consacrati e di tutti i membri del Santo Popolo fedele di Dio e di tutti gli uomini di buona volontà della nostra città, esprimo profonda gratitudine e sentimenti di stima e di filiale devozione a Papa Francesco che in questi anni ha guidato la nostra Chiesa “con cuore di Padre”. 

 Ci stringiamo a Lui spiritualmente, facendogli pervenire tutto il nostro affetto e la nostra ammirazione, grati per averci fatto riscoprire, con il Suo insegnamento e la Sua testimonianza di vita, “la dolce e confortante gioia di evangelizzare”. 

 Ogni giorno nella nostra preghiera affidiamo la Sua persona e il Suo ministero petrino a Cristo Buon Pastore, per intercessione della Salus Populi Romani, chiedendo che continui a custodire il Suo gregge e a vegliare sulla nostra Chiesa e sulla città di Roma con amore di padre. Auguri di cuore!”

Anche il cardinale Bassetti presidente della Conferenza episcopale ha inviato i suoi auguri al Papa. 

“I Vescovi italiani ricordano con gioia l’ottavo anniversario dalla Sua elezione al soglio pontificio. - si legge nel testo - Il nostro augurio si fa riconoscenza per il dono della Sua parola, arricchita da segni e iniziative che orientano il cammino delle nostre Chiese verso una nuova tappa evangelizzatrice. Siamo consapevoli, come Lei ha avuto modo di ricordarci, che “la vita non è tempo che passa, ma tempo di incontro”. Con se stessi, con Dio, con gli altri, con gli ultimi. Questo periodo della storia, segnato dalla pandemia e dai suoi effetti, ci ha tolto la bellezza dello stare insieme, ma ci ha ancora più radicati nella convinzione che nessun uomo si salva da solo. Con le nostre comunità, La ringraziamo per averci fatto capire che “abbiamo tutti bisogno gli uni degli altri, che nessuno di noi è un’isola, […] che possiamo costruire il futuro solo insieme, senza escludere nessuno”. 

La ringraziamo per averci insegnato, con gesti concreti, che lo scorrere dei giorni ha senso pieno quando è vissuto per gli altri. La ringraziamo per il dono della Sua presenza, affettuosa e paterna, nella vita della nostra Chiesa. Nel porgerLe gli auguri per questo anniversario, Le rinnoviamo la nostra vicinanza operosa e Le assicuriamo la nostra preghiera”. 

Agli auguri della Chiesa in Italia e della Diocesi di Roma si aggiungono i nostri. 

                                   

Ti potrebbe interessare