Il Cardinale De Donatis: "Benedetto XVI è segno del volto bello della Chiesa"

Nella Basilica di San Giovanni in Laterano l Cardinale Angelo De Donatis, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma, ha presieduto la Messa offerta per il Papa emerito Benedetto XVI

Il Cardinale Angelo De Donatis
Foto: ACI Group CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nella Basilica di San Giovanni in Laterano il Cardinale Angelo De Donatis, Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma, ha presieduto la Messa offerta per il Papa emerito Benedetto XVI.

Vogliamo sostenere Benedetto XVI – ha detto il Vicario del Papa - “con la nostra preghiera fiduciosa, per sostenerlo con tutto il nostro affetto, per esprimere a Dio la gratitudine di questa diocesi che lui ha amato e ama tanto e servito con disinteressato amore. Ci piace pensare che ora sia tenuto per mano da San Giuseppe che lo aiuta a mantenere sempre vivo l'invito di Dio a non temere”.

“Benedetto XVI – ha ricordato ancora il Cardinale De Donatis - ha sempre mostrato una grande fiducia nella Provvidenza. Da sacerdote, da teologo, da vescovo, da papa, ha espresso, allo stesso tempo, la fortezza e la dolcezza della fede,  la essenzialità e la semplicità di chi sa che, quando si sogna con Dio, I sogni diventano realtà. Come san Giuseppe, il nostro vescovo emerito ha sempre sottolineato il primato della Parola di Dio sulle nostre parole umane, ricordando il grande valore del silenzio e dell'ascolto. Anche lui ci ha fatto gustare, nel suo pontificato, il vino nuovo e buono dell'Amore”.

“Benedetto XVI – ha sottolineato il porporato - umile operaio nella vigna del Signore, collaboratore della verità e della gioia, dell'amore a Cristo e alla Chiesa. Uomo della Parola e uomo di parola, ci indica in questo momento, come ha fatto negli ultimi dieci anni, che chi crede non è mai solo. Anche nella vecchiaia e nella malattia, si continua a sostenere l'umanità con l'offerta di se stessi. Rivestito di sentimenti di tenerezza, di bontà,  di umiltà, di mansuetudin", in profonda comunione con papa Francesco, il Papa emerito è segno del volto bello della Chiesa che riflette la luce del volto di Cristo”.

 

“Quando vorrà – ha concluso il Cardinale De Donatis - Dio si avvicinerà a questo nostro fratello, e gli dirà: Giuseppe, alzati. Joseph, risorgi. E saranno Cristo e sua Madre a prenderlo con loro e a condurlo nel Paradiso, dove il sogno di una vita diventerà la realtà dell eternità, a noi il compito di sostenere il cammino del Papa emerito”.

 

Ti potrebbe interessare