Il cardinale Sandri in Terra Santa per il congresso dei Commissari

La mappa dei Commissari
Foto: Terrasanta.net
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E' iniziata oggi una visita in Terra Santa del Prefetto della Congrgazione per le Chiese orientali il Cardinale Leonardo Sandri. 

In accordo con la Delegazione Apostolica a Gerusalemme, la visita di due giorni avviene durante il Congresso Internazionale dei Commissari di Terra Santa, i frati delegati all’interno di ogni Provincia dei Frati Minori per l’animazione e la sensibilizzazione verso la Terra della nostra salvezza, attraverso l’organizzazione di pellegrinaggi e testimonianze, nonchè della promozione della Colletta per il Venerdì Santo stabilita dal Pontefice San Paolo VI.

Il Cardinale Sandri, è arrivato a Gerusalemme nella tarda serata di domenica 25, e qiesta mattina ha presieduto la Santa Messa solenne al Santo Sepolcro alle ore 6.30 ed è intervenuto  al Convegno, poi si è recato in visita a S.B. il Patriarca greco-ortodosso, Teofilo III, e incontrato gli studenti e i docenti del Terra Sancta School di Gerusalemme, a seguire i frati ospiti dell’infermeria di San Salvatore. Dopo il pranzo con la comunità francescana, nel pomeriggio la preghiera del Vespro con le Clarisse di Gerusalemme e di là proseguirà per il Centro Ecumenico Tantur.

Domani è invece prevista la concelebrazione eucaristica al Cenacolino con gli Ordinari Cattolici di Terra Santa, e la riunione con loro presso il Centro Notre Dame; nel pomeriggio l’incontro con i Seminaristi in formazione a Gerusalemme, la visita alle Chiese caldea e siro-cattolica, ed a seguire la riunione con il Consiglio degli Affari economici e dell’Economato del Patriarcato Latino.

Mercoledì 28 infine, la Santa Messa presso la Casa di Lazzaro a Betania e la visita agli ambienti restaurati dall’Associazione Pro Terra Sancta (ATS), quindi a Jabal Al Baba - collina donata a san Paolo VI dal re di Giordania - e al Centro per bambini sordomuti Effatha; il pranzo presso la Bethlehem University e l’ultima tappa presso la Maison d’Abraham, realtà che accoglie diversi pellegrini.

Tutte le tappe hanno un chiaro riferimento al Pontefice  San Paolo VI nell’anno della sua canonizzazione: in tal modo si intende rendere omaggio alla sua testimonianza profetica di grande amico della Terra Santa, sia attraverso lo storico viaggio e l’incontro con il Patriarca Atenagora, sia attraverso l’istituzione della Colletta di Terra Santa, come pure l’intuizione e l’avvio di realtà diverse legate al movimento ecumenico (Tantur), di attenzione agli ultimi (Effatha), di formazione delle giovani generazioni (Bethelehem University) e di accoglienza per i pellegrini (Maison d’Abraham). L’attenzione alla realtà ecclesiale di Terra Santa sarà espressa dall’incontro con la Custodia, con gli Ordinari Cattolici, con le chiese siro-cattolica e caldea, come pure il sostegno al Patriarcato Latino con l’Amministratore Apostolico S.E. Mons. Pizzaballa.

Ti potrebbe interessare