Il Papa: "Come la Vergine Maria dobbiamo coltivare lo spirito missionario"

Questa mattina, Papa Francesco, ha ricevuto in Udienza i partecipanti al Simposio “Sulle orme del Cardinale Suenens-Lo Spirito Santo, Maria e la Chiesa”, promosso dall’Associazione “Fiat”

Ai Partecipanti al Simposio promosso dalla Associazione "Fiat": "Sulle orme del Cardinale Suenens - Lo Spirito Santo, Maria e la Chiesa"
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"Con voi ringrazio il Signore per l’opera del Cardinale Suenens e di Veronica O’Brien, opera che prosegue oggi nel vostro apostolato. In fedeltà alle intuizioni evangeliche dei vostri fondatori, siete impegnati a condividere il Vangelo con ogni persona che la Provvidenza mette sul vostro cammino". Papa Francesco riceve questa mattina in Udienza i partecipanti al Simposio “Sulle orme del Cardinale Suenens-Lo Spirito Santo, Maria e la Chiesa”, promosso dall’Associazione “Fiat”.

"Oggi la questione dell’evangelizzazione è al cuore della missione della Chiesa - dice subito il Papa - Oggi è più esplicito. Quelle due frasi di Papa Paolo VI: la vocazione della Chiesa è evangelizzare; la gioia della Chiesa è evangelizzare".

"Le tragedie che viviamo in questo momento, particolarmente la guerra in Ucraina così vicina a noi, ci richiamano l’urgenza di una civiltà dell’amore. Nello sguardo dei nostri fratelli e sorelle vittime degli orrori della guerra, leggiamo il bisogno profondo e pressante di una vita improntata alla dignità, alla pace e all’amore", continua il Papa nella sua prima udienza di oggi.

"Come la Vergine Maria, dobbiamo continuamente coltivare lo spirito missionario per farci prossimi di coloro che soffrono, aprendo a loro i nostri cuori - sottolinea il Pontefice - Dobbiamo camminare con loro, lottare con loro per la loro dignità umana e diffondere dappertutto il profumo dell’amore di Dio.".

"La nostra casa comune è scossa da molteplici crisi. Non dobbiamo avere paura delle crisi; le crisi ci purificano, ci fanno uscire migliori. Senza paura! Per questo abbiamo bisogno di costruire un’umanità, una società di relazioni fraterne e piene di vita.Cari amici, la Chiesa ha fiducia in voi. Vi esorto a dare, con le parole, le azioni e la testimonianza, un messaggio forte al nostro mondo, così povero di umanità", conclude infine il Papa.

Ti potrebbe interessare