Il Papa: "La Quaresima è il tempo per spegnere il cellulare e connetterci al Vangelo"

Nell'Udienza Generale odierna il Papa spiega l'importanza del "deserto" nel tempo di Quaresima

Papa Francesco
Foto: Daniel Ibanez / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco, in Piazza San Pietro durante l'Udienza Generale odierna, incentra la sua meditazione sulla Quaresima. Con il Mercoledì delle Ceneri cominicia il cammino di quaranta giorni verso la Pasqua, verso il "cuore dell’anno liturgico e della fede". "È un cammino che segue quello di Gesù, che agli inizi del suo ministero si ritirò per quaranta giorni a pregare e digiunare, tentato dal diavolo, nel deserto", dice il Papa.

Ed è proprio del deserto che il Pontefice parla ai fedeli presenti in Piazza San Pietro. "Il deserto è il luogo del distacco dal frastuono che ci circonda. È assenza di parole per fare spazio a un’altra Parola. Il deserto è il luogo della Parola, con la maiuscola. Nella Bibbia, infatti, il Signore ama parlarci nel deserto. Nel deserto si ascolta la Parola di Dio, come un suono leggero", commenta il Pontefice.

"La Quaresima è il tempo propizio per fare spazio alla Parola di Dio - confida il Papa -  È il tempo per spegnere la televisione e aprire la Bibbia. È il tempo per staccarci dal cellulare e connetterci al Vangelo. È il tempo per rinunciare a parole inutili, chiacchiere, dicerie, pettegolezzi, e dare del tu al Signore".

Ma soprattutto per il Papa questo è "il tempo per dedicarsi a una sana ecologia del cuore". "Viviamo in un ambiente inquinato da troppa violenza verbale, da tante parole offensive e nocive, che la rete amplifica. Oggi si insulta come se si dicesse buonagiornata!" Il deserto è il luogo dell’essenziale. Guardiamo le nostre vite: quante cose inutili ci circondano! Inseguiamo mille cose che paiono necessarie e in realtà non lo sono", confida Papa Francesco.

Dunque per il Pontefice il deserto è anche il "luogo della solitudine". Infine il Papa nella catechesi indica la strada per questo cammino di Quaresima: "Preghiera, digiuno, opere di misericordia: ecco la strada nel deserto quaresimale".

 

 

Ti potrebbe interessare