La partita delle nomine: dal Segretario Generale CEI al Camerlengo...

Cardinali e Vescovi durante il Sinodo
Foto: Daniel Ibanez CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Si apre oggi a Roma il Consiglio episcopale permanente della CEI. All’ordine del giorno la nomina del nuovo Segretario Generale, che dovrà sostituire il Vescovo Nunzio Galantino, nominato dal Papa Presidente dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica. Il Cardinale Gualtiero Bassetti, Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, nel corso dei lavori del Consiglio presenterà ai Vescovi partecipanti la proposta che sarà poi presentata al Papa per la scelta definitiva. Si tratterà comunque - sottolinea il comunicato della CEI - di un Vescovo. 

Ma in questo autunno il Papa potrebbe procedere a diverse nomine di peso. Prima tra tutte quella del Camerlengo di Santa Romana Chiesa, il delicatissimo incarico lasciato vacante dopo la morte - lo scorso luglio - del Cardinale Jean Louis Tauran. E lo stesso compianto porporato francese presiedeva anche il Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Anche in questo caso Papa Francesco dovrà procedere alla scelta del successore del Cardinale Tauran.

Altro fronte aperto è quello della Segreteria per l’Economia: l’attuale Prefetto è il Cardinale australiano George Pell, che il Papa stesso ha nominato nel febbraio 2014. Ma Pell attualmente è sotto processo in Australia per la spinosa questione degli abusi sui minori e avendo compiuto già 77 anni è ipotizzabile una sua imminente sostituzione. 

A norma del Diritto Canonico poi dovrebbero aver presentato al Papa la rinuncia dal loro ufficio per raggiunti limiti di età - 75 anni - i Cardinali Gianfranco Ravasi e Giuseppe Versaldi, rispettivamente Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e Prefetto della Congregazione per l’Educazione Cattolica. Si appresta a compiere i 75 anni - a novembre - anche il Cardinale Leonardo Sandri, Prefetto della Congregazione per le Chiese Orientali. Ma anche per il porporato compatriota del Papa si prospetta - anche per il grande lavoro svolto alla guida della Congregazione - la proroga. 

Ti potrebbe interessare