La vita di ogni essere umano è un valore e va difesa, secondo la Evangelium Vitae

Il rettore dalla Università cattolica di Lublino firma un accordo con la Università Cattolica di Roma

Il momento della firma dell' accordo
Foto: KUL
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La collaborazione scientifica e di ricerca con il Policlinico Gemelli e con l’Università „La Sapienza” a Roma è garanzia dell’alto livello di studi di medicina alla KUL, che cominceranno a breve – ha affermato il Prof. Mirosław Kalinowski, Magnifico Rettore. Il 6 giugno 2022 a Roma la KUL ha firmato un accordo di collaborazione con l’Università „La Sapienza” e con il Policlinico Gemelli. All’incontro hanno partecipato il Ministro dell’Educazione e delle Scienze Przemysław Czarnek e il dr Radosław Sierpiński, Presidente dell’Agenzia di Ricerca Medica.

Durante l’incontro il Ministro Przemysław Czarnek ha sottolineato che nell’ambito medico, tutto ciò che è stato fatto, è per il  prossimo, e questo si inserisce profondamente nella posizione cristiana. "Sono convinto che questo incontro ci permetta già da oggi di iniziare una collaborazione su concreti progetti scientifici, al cui centro vi è la persona” – ha affermato nell’incontro il Ministro per l’Educazione e la Scienza.

Il professor Kalinowski ha fatto presente che grazie alla collaborazione con i migliori atenei del mondo, gli studenti di medicina della KUL possano acquisire conoscenze sulla base delle ricerche più recenti e dai migliori specialisti. „Lo sviluppo di imprese educative, cliniche e sociali comuni, la collaborazione nell’ambito della ricerca scientifica e medica negli ospedali e nel territorio degli atenei medici, così come l’ampliamento e il rafforzamento delle capacità e dei potenziali sia dei lavoratori che degli studenti, sono solo alcune delle possibilità che risultano dall’accordo firmato oggi – ha affermato il Rettore della KUL.

"Ritengo che, oltre all’apertura di un nuovo indirizzo di studi, inizi un nuovo capitolo della storia dell’Università Cattolica di Lublino Giovanni Paolo II. Medicina nella KUL si iscrive in modo naturale alla visione profondamente cristiana della natura dell’essere umano come unità spirito-corpo. Questo ce lo ha insegnato S. Giovanni Paolo II, nostro docente per molti anni. Di questo vogliamo oggi vivere” – ha sottolineato il Rettore della KUL.

 Kalinowski riferendosi alle parole dell’Enciclica Evangelium Vitae di Giovanni Paolo II ha sottolineato che la vita di ogni essere umano è un valore in sé stessa e il nostro compito è la difesa della sua inviolabilità, in ogni sua tappa. “Siamo chiamati ad abbracciare la vita con cura e rispetto, in particolare quella segnata dalla malattia e dalla vecchiaia. Pertanto vogliamo fare ogni sforzo per garantire che la formazione del futuro personale medico sia del più alto livello possibile” – ha dichiarato il Rettore della KUL.

L’Università Cattolica di Lublino Giovanni Paolo II nell’autunno 2023 inizierà la formazione dei futuri medici. Inizialmente potranno studiare medicina alla KUL 60 persone. In precedenza l’Istituto di Scienze della Salute della KUL aveva avviato una stretta collaborazione con il Medical College of Wisconsin negli USA nel campo degli scambi accademici e della ricerca medica, principalmente nel campo dell'oncologia. Inoltre la KUL collabora con la facoltà di medicina dell’Università di Pamplona, uno dei migliori centri privati di formazione per i medici.

Ti potrebbe interessare