“Migranti. La sfida dell’incontro”. A Bari una mostra per scoprire l’altro

Locandina mostra
Foto: Arcidiocesi Bari Bitonto
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una mostra che non vuole “proporre ricette per un problema gigantesco di fronte al quale la politica va in ordine sparso, l’opinione pubblica si divide e gli esperti arrancano”, quanto indicare “uno sguardo curioso e appassionato alla sorte di milioni di persone che, come noi, cercano di compiere il loro destino, di realizzare il sogno della felicità” (dalla prefazione al volume Migranti, Itaca ed.) E’ la mostra “Migranti. La sfida dell’incontro”, presso la Chiesa dei Cappuccini, via X Marzo, in Modugno dal 5 all’8 febbraio e la Parrocchia San Marcello in Bari dal 9 al 19 febbraio.

L’iniziativa nasce da un’idea dell’ufficio “Migrantes” della diocesi di Bari-Bitonto in collaborazione con il Centro Culturale di Bari e la cooperativa Auxilium.

La proposta della mostra, che sarà presentata il 9 febbraio alle ore 20.00 presso l’auditorium della parrocchia San Marcello insieme agli ultimi rapporti immigrazione e rifugiati della Caritas-Migrantes, da Maria Teresa Spinelli e Cristina Molfetta della “Fondazione Migrantes”, e da Giorgio Paolucci, editorialista di Avvenire, vuole addentrarsi al cuore dell’esperienza di uomini e donne che hanno vissuto il dramma di guerre e sofferenze prima di decidersi a intraprendere un viaggio impervio e incerto.

“Chi sono, perché partono, cosa cercano? Ma soprattutto, per noi, questo flusso di persone cosa ci chiede, come è possibile vivere insieme?, queste le domande che questa mostra cerca di porre allo spettatore.

Questa mostra intende quindi “scoprire l’altro”. Una tappa fondamentale per riscoprire chi siamo noi, come ha scritto F. Dostoevskij: “Io mi sento responsabile appena un uomo posa il suo sguardo su di me”, riporta una nota ufficiale dell’esposizione.

Alcune info di carattere generale: Per le visite guidate per gruppi, si chiede di prenotare telefonando alla sig.ra Angela Valerio al 080 5575519 dalle ore 9.30 alle ore 12.00 (escluso venerdì e domenica e il giovedì dalle ore 17.30 alle ore 20.00. Le visite, totalmente gratuite, saranno accompagnate da mediatori culturali e dalla testimonianza di migranti, nelle ore 9.00-13.00 e 16.00-21.00 dal 5 al 19 febbraio.

L’8 febbraio, alle ore 20.00 presso la Chiesa dei Cappuccini in Modugno, si terrà un dibattito con la partecipazione di Cristina Molfetta della Fondazione Migrantes di richiedenti-asilo e rifugiati.

La mostra si concluderà presso la parrocchia San Marcello domenica 19 febbraio alle ore 11.30, con la Santa Messa animata dalle comunità migranti, seguita dal pranzo multietnico (ogni gruppo o famiglia presenterà un piatto tipico del suo paese) e da un momento di festa e di testimonianze.

Ti potrebbe interessare