Papa Francesco ai sacerdoti: Gesù chiede che voi vi lasciate lavare i piedi da Lui

La omelia della Messa in Coena Domini, senza lavanda dei piedi e senza ostensione del Sacramento

Papa Francesco celebra la Messa in Coena Domini
Foto: Vatican Media
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una processione iniziale si svolge dall’Altare della Confessione a quello della Cattedra, passando dal lato dell’“Altare di San Giuseppe”, niente rito della lavanda dei piedi e processione offertoriale, niente reposizione del Santissimo.

É la messa in Coena Domini celebrata da Papa Francesco in tempo di pandemia.

Celebrante, alcuni al servizio all’altare, il coro e qualche laico presente, perché le liturgie della Settimana Santa vanno celebrate con il Popolo di Dio.

Solo alcuni olivi come decorazione, ma organo e coro  anche se ridotto a 8 elementi che cantano a distanza l’uno dall’altro, poche voci che risuonano sotto le immense volte della basilica vaticana.

Nella sua a braccio Papa Francesco ha parlato essenzialmente ai sacerdoti.

Prima ha ricordato l’ Eucarestia “Il Signore che vuole rimanere con noi nella Eucarestia” vuole che lo portiamo in noi, e lui stesso ci dice che se non mangiamo il suo corpo e beviamo il suo sangue non entreremo nel Regno dei Cieli.

E poi il servizio “che è condizione per entrare nel Regno dei cieli servire tutti” e lasciarsi servire da Dio difficile da capire anche per Pietro. Ma solo del lascio che Dio mi lavi spiega il Papa posso crescere, essere perdonato e entrare nel Regno dei Cieli.

Sul sacerdozio il Papa si è fermato a lungo ricordando che quest’anno la messa del Crisma non è stata celebrate per la pandemia.

Allora il Papa ricorda i 60 sacerdoti morti in Italia al servizio dei malati come dottori e infermieri, i santi della porta accanto.

Ricorda la lettera ricevuta di un cappellano di un carcere, e la vita dei missionari, di quelli che vanno nelle piccole parrocchie disperse, o di quelli che vengon insultati per “le brutte cose che hanno fatto alcuni”.  E ricorda quelli che sono in crisi: siete tutti all’etere con me, dice Francesco. Non siate testardi come Pietro, lasciatevi lavare i piedi da Gesù.

E siccome tutti sono peccatori anche i sacerdoti, i vescovi e il Papa, siate grandi perdonatorei dice Francesco, rischiate come ha fatto Gesù e se non potete dare la assoluzione sacramentale almeno date la consolazione di un accompagnamento. “Ringrazio Dio per tutti i sacerdoti Gesù vi vuole bene, solo chiede che voi vi lasciate lavare i piedi “.

Ti potrebbe interessare