Papa Francesco alle commissioni dottrinali di Asia: “Riaffermate l’integrità della Chiesa”

Un primo piano di Papa Francesco
Foto: Archivio CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Lo scopo dell’incontro dei presidenti delle Commissioni Dottrinali delle Conferenze Episcopali dell’Asia con una delegazione della Dottrina della Fede è quello di “riaffermare la comune responsabilità per l’unità e l’integrità della fede cattolica”. Lo ha detto Papa Francesco in un messaggio ai partecipanti dell’incontro.

L’incontro si tiene a Bangkok, in Thailandia, dal 15 al 18 gennaio. Nel messaggio inviato ai partecipanti dell’incontro, Papa Francesco nota che questi sono anche chiamati ad “esplorare nuovi mezzi e metodi per portare testimonianza al Vangelo nelle sfide del nostro mondo contemporaneo”.

Papa Francesco ricorda di aver invitato la Chiesa ad “andare nelle periferie”, e si dice felice che la Congregazione della Dottrina della Fede abbia deciso di farlo “cercando un contatto con i pastori della Chiesa in Asia per sviluppare una efficace collaborazione e uno scambio fratello”, riconoscendo così l’importanza delle Conferenze Episcopali e delle loro Commissioni.

È bene ricordare che nell’esortazione apostolica Evangelii Gaudium Papa Francesco parlava anche della possibilità di un nuovo ruolo per le Conferenze Episcopali.

La delegazione della Congregazione della Dottrina della Fede è guidata dal Cardinale Luis Ladaria, prefetto della Congregazione, accompagnato dall’arcivescovo Augustine Di Noia, segretario aggiunto.

Le commissioni dottrinali sono regolate da una Istruzione della Congregazione della Dottrina della Fede del 23 febbraio 1967, nella quale, su richiesta Paolo VI, si chiedeva a tutte le Conferenze Episcopali di stabilire le loro commissioni dottrinali al loro interno. Le commissioni erano considerati organismi consultivi chiamati ad assistere le conferenze episcopali e i vescovi nelle loro preoccupazione su fede e moralità. In alcuni casi, questo compito pastorale poteva essere delegato ad un’altra commissione o a un singolo vescovo che seguisse i problemi dottrinali con particolare attenzione.

Nel 1982, l’allora Cardinale Joseph Ratzinger decise che i presidenti delle commissioni si incontrassero periodicamente a livello continentale, in modo da rafforzare la collaborazione tra la Congregazione della Dottrina della Fede e le Commissioni locali. Questo permetteva anche ai superiori della Congregazione della Dottrina della Fede di conoscere le situazioni dottrinali del continente andando sul posto, conoscendo così il modo in cui si lavorava a livello locale per affrontare le questioni dottrinali.

Il primo di questi incontri si è tenuto in America Latina, a Bogotà, nel 1984. Quindi, c’è stato l’incontro di Kinshasa, in Africa, nel 1987; quello di Vienna, in Europa, nel 1989; quello di Hong Kong (Asia) nel 1993. Nel 1996, si è ritornati in America Latina, a Guadalajara. Nel 1999, si è andati a San Francisco, in America del Nord.

In tempi più recenti, c’è stato l’incontro del 2009 a Dar Es Salaam (Africa) e ad Esztergom – Budapest (Europa) nel 2015.

È ora la volta dell’Asia. L’incontro è organizzato in collaborazione con la presidenza della Federazione delle Conferenze Episcopali Asiatiche.

Ti potrebbe interessare