Papa Francesco, ancora cambi sull’agenda dei viaggi. A quando in Argentina?

Papa Francesco scende dall'aereo durante uno dei suoi viaggi internazionali
Foto: Alan Holdren / CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Quando andrà il Papa in Argentina? La domanda giunge a padre Federico Lombardi, direttore della Sala Stampa della Santa Sede, durante uno dei briefing quotidiani con i giornalisti in occasione del viaggio di Papa Francesco in Messico.

Un giornalista ha chiesto a padre Lombardi se Papa Francesco sarebbbe andato in Argentina nel corso di quest’anno in cui si festeggia il Bicentenario dell’Indipendenza della nazione. Padre Lombardi ha risposto: “Io penso che il Papa andrà in Argentina, però non dipende da me decidere quando, come e con quale itinerario”.

Tutto lascia pensare che Papa Francesco viaggerà in Argentina nel 2017. Lo aveva detto mons. Guillermo Karcher, uno dei cerimonieri pontifici, in una intervista concessa in Argentina a ridosso del Natale. E lo aveva comunque confermato ufficialmente l’arcivescovo José Maria Arancedo, quando aveva annunciato che il Papa non avrebbe partecipato al Congresso Eucaristico di Tucuman.

L’agenda dei viaggi papali per il 2016 resta comunque tutta da definire. Papa Francesco ha annullato tutti i viaggi in Italia nell'anno del Giubileo, e dunque non andrà né a Milano né a Genova, per il Congresso Eucaristico nazionale. Ma si pensa che il Papa farà almeno altri due viaggi internazionali.

Inizialmente, il calendario degli appuntamenti del Papa in Vaticano diramato dalla Prefettura della Casa Pontificia lasciava aperti due spazi: risultavano cancellati l’Angelus del 22 maggio e poi l’udienza generale del 22 giugno e l’Angelus successivo del 26 giugno.

Si era pensato ad un possibile viaggio in Kosovo per visitare i migranti a maggio, e poi –nella finestra più grande – ad un viaggio in Armenia di Papa Francesco, come lasciato intendere anche dal cardinal Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione delle Chiese Orientali, durante un viaggio in Armenia lo scorso settembre.

Ora, le date sono ricomparse nel calendario degli appuntamenti del Papa a Roma, escludendo anche una possibile partecipazione del Papa al Concilio Pan-Ortodosso di Creta a giugno, dato che mai sembra essere stato discusso, ma che pure era stato ventilato da indiscrezioni di stampa.

Fonti interne rivelano ad ACI Stampa che davvero il viaggio in Kosovo sembra pronto e in dirittura di arrivo, ma che poi è saltato nella fase dell’organizzazione. Anche il viaggio in Armenia sembrava quasi confermato, ma ora non sembra più essere in agenda per giugno. Altri dicono che il viaggio avrà luogo a settembre, magari con un passaggio in Georgia.

Invece sembra possibile che Papa Francesco faccia una puntata ancora più in periferia, magari in una nazione come l’Azerbaidjan. Oltre, ovviamente, al viaggio già programmato per il 31 di ottobre in Svezia, per il Ciquecentenario della Riforma Luterana.

La verità è che una agenda precisa è tutta da definire. E forse nel rinvio dei viaggi o nel loro annullamento ha pesato anche la relazione diplomatica con la Turchia, che si è recentemente ricomposta.

E alla fine Papa Francesco probabilmente non andrà in Argentina prima del 2017, anche se c'è da star certi che il neo-presidente Mauricio Macrì, in visita ufficiale in Vaticano il prossimo 27 febbraio, reitererà l'invito. Tutto è ancora aperto, ma per ora sembra più possibile un viaggio nel prossimo anno. Magari unito a un viaggio in Colombia, dove Papa Francesco ha già promesso di andare, specialmente se andrà a buon fine il negoziato con le FARC. 

Ti potrebbe interessare