Papa Francesco, il mandato ai giovani del Magadascar: “Vi invio come messaggeri”

L'apertura di JMJ Mada 9 in Madagascar, cui Papa Francesco ha inviato oggi un messaggio
Foto: YouTube
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Andate ad annunciare a tutti che Gesù ci ama, e che con lui ogni paura scompare”, inviati come “messaggeri di pace e di speranza” dal Papa stesso. Mentre celebra la Messa per la canonizzazione di Paolo VI, l’arcivescovo Oscar Romero e altri cinque santi della carità, in Madagascar si proietta un videomessaggio di Papa Francesco ai giovani.

L’occasione è il “Mada9”, il nono raduno di giovani dell’isola dell’Oceano Indiano che Papa Francesco visiterà nel 2019, stando a quello che ha detto qualche giorno fa il Cardinale Desiré Tsarahazana, arcivescovo di Tomasina e tra i presidenti delegati del Sinodo sui giovani che si sta tenendo in questi giorni in Vaticano.

In attesa di una visita del Papa, per un viaggio africano che potrebbe essere anche più lungo e toccare l’Uganda, di nuovo, per i cinquanta anni del SECAM e anche il Mozambico, il Madagascar si prepara con una Giornata della Gioventù che si celebra comunque in un momento difficile.

Il tema della giornata è “Non temere Maria, perché hai trovato grazia presso Dio”, che sono le parole dell’angelo a Maria, e che il Papa rivolge idealmente a tutti i giovani che sono convenuti, sottolineando che “come il Signore ha guardato Maria e le ha fatto dono della sua grazia”, così il Signore guarda i giovani “con amore, rispetto e tenerezza”, ne conosce “paure e fragilità”, rende “possibile ogni cosa”.

Per questo, come Maria ha messo tutto nelle mani di Dio, così i giovani sono chiamati ad “accogliere questo dono di Dio, spalancando il vostro cuore al meglio”, perché “la grazia d Dio è un tesoro che si può facilmente dimenticare”, dato che il Signore “non si impone mai”, ma lascia tutto alla scelta delle persone.

Papa Francesco dunque invita i giovani a prendersi “del tempo per ascoltare il suo invito, e per rispondervi con tutto il cuore e con la vostra generosità”, considerando che c’è felicità “nel rispondere alla chiamata di Gesù”, e lo possono testimoniare “tanti consacrati, tanti sacerdoti”.

Insomma, “Gesù dà un senso alla nostra vita”. Il Papa invita anche i giovani a non rimanere soli, perché “la Chiesa è una grande famiglia in cui troverete sempre sostegno e conforto”.

Esorta Papa Francesco: “Andate ad annunciare a tutti che Gesù ci ama e che con lui ogni paura scompare! Realizzate i vostri sogni e lavorate insieme per costruire il vostro futuro e quello del vostro Paese, cercando sempre il bene gli uni degli altri”.

È il Papa stesso a inviare i giovani come “messaggeri di pace e di speranza nelle vostre città, nei vostri villaggi, là dove vivete e lavorate”, e chiede loro di pregare per il Papa, ma anche per tutti i vescovi.

Ti potrebbe interessare