Papa Francesco, il rosario per sconfiggere la pandemia. Oggi si va in India

L’appuntamento odierno del rosario per sconfiggere la pandemia ha come punto di riferimento il santuario di Vailankanni, in India

Il santuario di Vailinkanni, la "Lourdes" di India
Foto: Wikimedia Commons
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

È considerato la “Lourdes indiana”, tanti sono i prodigi miracolosi che vi avvengono. Ed è proprio qui, nel santuario di Nostra Signora della Salute a Vailnakanni, in India, che si reciterà il rosario oggi, nell’ambito della “maratona di rosari” voluta dal Papa per sconfiggere la pandemia. E le intenzioni di preghiera, oggi, sono “per gli scienziati e gli istituti di ricerca medica”.

Annai significa “madre” in tamil, e il santuario è Annai Vailankanni. Questo è un villaggio nella parte sud dell’India, nello Stato di Tamil Nadu, dove la Vergine è apparsa nel XVI secolo. Sebbene la lista dei santuari usi la traslitterazione coloniale “Vailankanni”, in realtà il nome ufficiale del santuario usa la maniera indonesiana, ovvero Velangkanni. Il nome completo del santuario è “Annai Velankanni Arokia Mata (Nostra Signore della Buona Salute).

La Basilica è in stile gotico, e fu fondata dopo due apparizioni della Vergine nel XVI secolo e al salvataggio miracoloso di marinai portoghesi dal naufragio in una temesta nella Baia di Bengala alla fine del XVII secolo.

La prima apparizione avvenne nel XVI secolo ad un giovane pastore hindu che trasportava il latte al suo padrone. Fermatosi a bere, il ragazzo ebbe la visione di una bellissima signora che aveva nelle braccia un bambino bellissimo di sembianze divine. La Signora chiese al ragazzo ancora sorpreso un po’ di latte per il bambino. Il ragazzo lo offerse. Tornato dal padrone, il ragazzo si scusò per il ritardo e per il fatto che il latte era meno del previsto, e raccontò cosa gli era successo. Il padrone non gli credette. E allora il latte cominciò a uscire dal secchio fino ad uscire.

Il padrone comprese il miracolo e tornò sul luogo dell’apparizione. La Vergine apparve di nuovo al ragazzo, mentre il suo padrone poteva solo vedere una luce luccicante. Così il padrone ed altri credettero alle apparizioni. Il luogo fu chiamato Matha Kulam, “Nostra Signora della Brocca”.

La cappella però fu costruita dopo la seconda apparizione, che accadde un paio di anni dopo di fronte a una vedova povera e il figlio disabile. Questi sedeva ogni giorno sotto un albero di banane, finché un giorno vide apparire una luce molto luminosa e, nel mezzo della luce, una signora di grazia senza pari con un bambino nelle sue braccia. La signora chiesa una tazza di latticello, e il ragazzo gliela diede.

Quindi, la Signora indirizzò il ragazzo verso un certo uomo cattolico molto ricco che si trovava nella città vicina di Nagapattinam, a cui avrebbe dovuto raccontare dell’apparizione. L’uomo avrebbe poi costruito una cappella a suo nome sul luogo dell’apparizione. Il ragazzo si rese conto di poter camminare, e così corse nella città, raccontò al ricco signore dell’apparizione: L’uomo ebbe pochi dubbi, perché aveva avuto una visione simile la notte recedente. E così, costruì la cappella, con una bellissima statua che rappresentava la Madonna con il bambino. Fu quello l’inizio del santuario di Nostra Signora di Vailankanni.

Quindi, nel XVII il vascello di un mercante portoghese si trovò nel mezzo di un enorme tempesta nella baia di Bengali mentre era in viaggio da Macao in Cina verso Colombo nelle Filipine.

I marinai erano ormai disperati quando invocarono l’aiuto di Maria Stella Mari, facendo voto di costruire una chiesa a suo nome dovunque sarebbero poi sbarcati.

Il mare divenne calmo, la nave si fermò vicino le coste di Vailnkanni: era l’8 settembre, festa della Natività di Maria. I marinai trasformarono la cappellina in un santuario di Pietra.

Più di 400 anni dopo, oggi, c’è una festa celebrazione che va dal 29 agosto all’8 settembre, e che chiama a sé circa 3 milioni di pellegrini l’anno.

Il santuario di Nostra Signora di Vailankanni è uno dei siti religiosi più frequentati in India.

Ti potrebbe interessare