Papa Francesco in Africa per raccogliere i frutti del viaggio di Giovanni Paolo II

La presentazione del viaggio del Direttore della Sala Stampa

Papa Francesco in aereo
Foto: Aci Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Non è la prima volta che un Papa va in Mozambico, Madagascar e Maurizio, ma erano altri tempi.

Il neo direttore della Sala Stampa della Santa Sede lo ha ricordato incontrando i giornalisti in preparazione del viaggio di Papa Francesco che inizia il 4 settembre.

Per il Mozambico si parla ancora di necessità di pace, nonostante la firma dell’accordo con la mediazione della Comunità di Sant’ Egidio del 1992.

Ancora si firmano accordi di pace, armistizi, ma ci sono anche cambiamenti fondamentali che permettono la speranza della riconciliazione.

Su Madagascar e Maurizio invece la questione è più ambientale, dalla deforestazione alle devastazione dei cicloni. Alle vittime di questi disastri il Papa si rivolge nel suo viaggio.

Povertà e una riconciliazione non risolta sono i temi in questione oltre alle sfide delle comunità cattolica e alla necessità delle convivenze delle etnie.

Papa Francesco va di fatto a vedere cosa succede oggi dopo tanti decenni dalla visita di Giovanni Paolo II.

E’ nei discorsi di Giovanni Paolo II quindi che vanno ricercati i temi e i riferimenti per seguire al meglio quelli di Papa Francesco.

Significative saranno le visite alla case di accolgienze e alla sede in Mozambico del DREAM il progetto che combatte l' AIDS.

Sul volo ci sarà ospite del Papa una infermiera del FAS e nel seguito il Cardinale Filoni di Propaganda Fide, la congregazione che si occupa dei territori di missione. 

Come sempre al rietro poi la consueta conferenza stampa in aereo sul viggio e non solo.

 

Ti potrebbe interessare