Papa Francesco invita tutti gli sposi ad essere "coppie al servizio del Vangelo"

Papa Francesco continua a raccontare il viaggio dell'apostolo Paolo: questa volta è a Corinto accolto con amore dai coniugi Aquila e Priscilla

Papa Francesco con una coppia di sposi
Foto: Daniel Ibanez / ACI group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nell'Udienza Generale odierna Papa Francesco continua a raccontare  il viaggio "dell'infaticabile evangelizzatore" Paolo. Dopo Atene, l'Apostolo porta avanti la "corsa del Vangelo nel mondo". Nuova tappa del suo viaggio missionario è Corinto, capitale della provincia romana dell’Acaia.

In una piovosa Piazza San Pietro, il Papa racconta il soggiorno di Paolo che trova ospitalità presso una coppia di sposi, Aquila e Priscilla, costretti a trasferirsi da Roma a Corinto dopo che l’imperatore Claudio aveva ordinato l’espulsione dei giudei.

A questo punto il Papa dice a braccio: "Il popolo ebreo ha sofferto tanto nella storia, nel secolo scorso abbiamo visto tante brutalità sul popolo ebreo e pensavamo che questo era finito. Oggi ricomincia l'abitudine a perseguitare gli ebrei. Questo non è nè umano e nè cristiano. Gli ebrei non vanno perseguitati".

"Questi coniugi dimostrano di avere un cuore pieno di fede in Dio e generoso verso gli altri, capace di fare spazio a chi, come loro, sperimenta la condizione di forestiero - afferma il Papa - Aquila e Priscilla condividono con Paolo anche l’attività professionale, cioè la costruzione di tende. Paolo infatti stimava molto il lavoro manuale e lo riteneva uno spazio privilegiato di testimonianza cristiana".

"La casa di Aquila e Priscilla a Corinto apre le porte non solo all’Apostolo ma anche ai fratelli e alle sorelle in Cristo", dice il Pontefice. L'Apostolo Paolo resta a Corinto un anno e mezzo. "Tra i numerosi collaboratori di Paolo, Aquila e Priscilla emergono come modelli di una vita coniugale responsabilmente impegnata a servizio di tutta la comunità cristiana e ci ricordano che, grazie alla fede e all’impegno nell’evangelizzazione di tanti laici come loro, il cristianesimo è giunto fino a noi", chiarisce il Papa nel corso della sua catechesi.

Infine la preghiera del Papa: "Chiediamo al Padre, che ha scelto di fare degli sposi la sua vera scultura vivente , di effondere il suo Spirito su tutte le coppie cristiane perché, sull’esempio di Aquila e Priscilla, sappiano aprire le porte dei loro cuori a Cristo e ai fratelli e trasformino le loro case in chiese domestiche dove vivere la comunione".

Ti potrebbe interessare