Papa Francesco nomina il segretario della Cei Vescovo a Velletri- Segni

Serie di nomine italiane a pochi giorni dalla Assemblea generale dei vescovi italiani

Monsignor Stefano Russo vescovo di Velletri - Segni
Foto: CEI
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“In questi giorni di “custodia della notizia” tante volte ho avuto questo pensiero e stamattina questo Salmo è tornato nella Messa: “Che cosa renderò al Signore per i benefici che mi ha fatto?”. Cosa potrò dare per tutto quello che mi ha fatto sperimentare con la Sua presenza? Mi porterò questa domanda e questa riflessione nei prossimi giorni”.

Con queste parole Stefano Russo, finora Vescovo emerito di Fabriano-Matelica e Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana commenta la sua nomina alla diocesi suburbicaria di Velletri-Segni che è stata annunciata oggi. 

In vista della Assemblea plenaria dei vescovi italiani si rende libere così anche la casella del Segretario Generale.  Stefano Russo prende il posto di Vincenzo Apicella che lascia per motivi di età.

Stefano Russo, classe 1961, è laureato in architettura e ed stato ordinato nel 1991. Il 18 marzo 2016 è stato nominato Vescovo di Fabriano-Matelica e il 28 settembre 2018 è divenuto Segretario Generale della Conferenza Episcopale Italiana reggendo ancora la Diocesi di Fabriano-Matelica in qualità di Amministratore Apostolico fino al 27 aprile 2019.

Nel suo saluto il cardinale Bassetti scrive. “Grazie, don Stefano, per quanto nella veste di Segretario Generale hai fatto a servizio della nostra Conferenza Episcopale. Vorrei ricordare che non sono stati anni facili: la pandemia che lentamente ci stiamo lasciando alle spalle ha condizionato tutta l’attività pastorale. E, forse, mai come in passato sono aumentati i contatti con le Chiese locali. Segno, questo, di una condivisione attenta, costante, con cui si è nutrita e arricchita la comunione ecclesiale. Grazie!”

Oggi è stata annunciata anche un’altra nomina del Papa per la Chiesa in Italia, con un ulteriore “accorpamento” di due diocesi. Si tratta della Diocesi di Città di Castello dove al posto di Domenico Cancian, F.A.M. arriva Luciano Paolucci Bedini, Vescovo di Gubbio, e vengono così ad unirsi le due Sedi in persona Episcopi.

Luciano Paolucci Bedini è nato il 30 agosto 1968 a Jesi, nel 1995 è stato ordinato sacerdote ad Osimo. Eletto Vescovo di Gubbio il 29 settembre 2017, ha ricevuto la consacrazione episcopale il 3 dicembre successivo. All’interno della Conferenza Episcopale Italiana è Membro della Commissione per l’Ecumenismo e il Dialogo.

Altra nomina italiana quella del Vescovo della Diocesi di Lamezia Terme, si tratta di Serafino Parisi, del clero di Crotone-Santa Severina, Parroco e Direttore della Scuola Biblica Diocesana.

Serafino Parisi è nato il 3 gennaio 1962 a Santa Severina, in provincia di Crotone, Arcidiocesi di Crotone-Santa Severina, è stato ordinato sacerdote il 25 aprile 1987.

È docente di Greco del Nuovo Testamento, Ebraico ed Esegesi biblica presso la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale di Napoli, giornalista pubblicista e Direttore di Vivarium, Rivista di Scienze Teologiche. Finora è stato Direttore della Scuola Biblica Diocesana Bèt Jòseph e Parroco di S. Dionigi a Crotone.

Ti potrebbe interessare