Papa Francesco: "Vicinanza ai malati del Coronavirus e agli operatori sanitari"

Il Papa esprime la sua vicinanza a tutti coloro che soffrono a causa del Coronavirus e

Una bambina presente in Piazza San Pietro con la mascherina
Foto: Daniel Ibanez / ACI group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Anche Papa Francesco dice la sua sull'emergenza Coronavirus che sta mettendo a dura prova l'Italia in questi giorni. Il bilancio ad oggi è di 325 contagiati di cui 11 morti in 9 regioni d'Italia a causa del virus. Durante l'Udienza Generale odierna in Piazza San Pietro il Papa lancia un altro appello: "Desidero esprimere nuovamente la mia vicinanza ai malati del Coronavirus e agli operatori sanitari che li curano, come pure alle autorità civili e a tutti coloro che si stanno impegnando per assistere i pazienti e fermare il contagio".

Il Papa aveva già espresso, durante un'altra Udienza Generale, la sua vicinanza ai "fratelli cinesi" e alla Cina, luogo dove è partito il contagio. Oggi Piazza San Pietro appare decisamente più vuota rispetto al solito. Sono in numero minore i fedeli che arrivano da ogni parte dell'Italia e del mondo per salutare il Papa.

L'Italia tutta prende infatti le sue misure di precauzione. Anche le diocesi d'Italia, soprattutto quelle del nord, hanno seguito le ordinanze dettate da ogni singola regione. Dopo Milano, Torino, Venezia, Bologna, Genova si aggiungono anche i comunicati dei vescovi delle Marche e della Toscana.

Tenere vuote le acquasantiere; omettere il gesto dello scambio della pace nelle celebrazioni liturgiche; distribuire la Santa Comunione esclusivamente sulla mano; prendere precauzioni durante le Confessioni auricolari e in contesti di contatti personali. Sono queste le indicazioni che la Conferenza episcopale toscana, presieduta dal cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, ha inviato con una nota a tutti i sacerdoti circa i comportamenti da tenere nelle chiese per fronteggiare l’emergenza coronavirus.

 

Anche la conferenza dei Vescovi delle Marche si adegua all'ordinanza della Regione. Sospese le benedizioni delle famiglie, il catechismo e le attività negli oratori. Chiese aperte per il culto e la preghiera personale. 

L’Arcivescovo Monsignor Fabio Dal Cin, inoltre, invitando i parroci ad accompagnare le comunità in questo momento particolare e a trovare altre modalità per sostenere la preghiera personale e famigliare in questo tempo di Quaresima, chiede a tutti i fedeli di affidarsi alla protezione della Beata Vergine di Loreto e a pregare per chi è più fragile nella salute e per tutti coloro che si stanno adoperando per fronteggiare l’emergenza.

Durante l'Udienza Generale odierna il pensiero del Papa è andato all'Iraq: "A voi cittadini dell'Iraq voi soffrite la guerra da un lato e dall'altro. Io prego per la pace nel vostro paese nel quale era in programma che io visitassi quest'anno".

 

Ti potrebbe interessare