Scuola di arte sacra di Firenze, sei itinerari “insoliti” tra bellezza e fede

Sei itinerari davvero “insoliti” tra bellezza e fede. Nonostante la pandemia prova a ripartire la cultura e l'arte sacra

Scuola arte Sacra Firenze
Foto: Scuola arte sacra Firenze
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Al via sabato 6 febbraio il calendario di visite guidate che la Scuola di arte sacra di Firenze con il Comune ha realizzato grazie al contributo di Giovanni Matteo Guidetti, storico dell’arte e docente della Scuola, e Paola Migliosi, responsabile nazionale di Confguide, in collaborazione con un “nucleo” di docenti di storia dell’arte, teologia e liturgia. Una lettura "diversa" del patrimonio meraviglioso fiorentino, che spazia da luoghi noti ad insoliti.

Un ciclo di visite che vuole offrire la possibilità di scoprire o riscoprire l’immenso patrimonio artistico di Firenze e dei suoi dintorni, troppo spesso oggetto di una fruizione superficiale e distratta, nella sua dimensione più profonda: quella sacra.

Gli itinerari “insoliti” prenderanno il via sabato 6 febbraio per scoprire la Scuola di arte sacra di Firenze; il 13 febbraio la visita alla chiesa di San Giovanni Battista (la chiesa dell’autostrada) progettata da Giovanni Michelucci; il 20 febbraio una visita a Prato alle chiese di Santa Maria delle Carceri e di San Francesco e al Duomo. Si prosegue il 27 febbraio con la Galleria degli Uffizi, mentre la Galleria dell’Accademia sarà protagonista dell’appuntamento del 6 marzo. Infine, il 13 marzo, la visita al Museo nazionale del Bargello.

Le visite guidate sono gratuite. Qualora l’accesso a uno dei luoghi visitati preveda un biglietto di ingresso, quello è a carico del partecipante. Per l’emergenza sanitaria, è stato stabilito un numero massimo di partecipanti per ciascuna visita, pertanto la prenotazione è obbligatoria. Per prenotare è necessario chiamare il numero 055 350376 / +39 3534057340 o scrivere a sacredartschool@gmail.com.

Ti potrebbe interessare