Sinodo speciale per l’Amazzonia, approvato l’instrumentum laboris

Una immagine di un Sinodo dei vescovi
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una riunione per ripercorrere i passi svolti, ma soprattutto per discutere ad approvare il documento di lavoro del prossimo sinodo, che sarà poi diffuso. Dopo la nomina del Cardinale Claudio Hummes a relatore generale del Sinodo Speciale per l’Amazzonia, si è tenuta il 14-15 maggio la seconda riunione del Consiglio pre-sinodale dell’Assemblea Speciale del Sinodo dei vescovi per la Regione Panamazzonica.

Oltre a tutti i membri del Consiglio, anche vescovi, religiose e un laico in rappresentanza delle Chiese in Amazzonia, e poi esperti, consultori della Segreteria Generale.

Nella sua relazione, il Cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo, ha ripercorso quanto è stato già fatto in preparazione del Sinodo.

Prima di tutto, la seconda riunione della REPAM (la rete ecclesiale per l’Amazzona) con la Segreteria del Sinodo, che ti è tenuta a Manaos, dal 14 al 15 novembre 2018; qundi, il Seminario di studio organizzato dalla Segreteria Generale sul tema Verso il Sinodo Speciale per l’Amazzonia: dimensione regionale e universale, che si è tenuto dal 25 al 27 febbraio 2019, durante il quale si è parlato della missione della Chiesa e dell’ecologia integrale; e infine la partecipazione del Cardinale Baldisseri alla Conferenza internazionale di Washington (dal 19 al 21 marzo 2019), organizzata dalla REPAM, dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, dall’Osservatore della Santa Sede presso l’ONU e dalla Conferenza dei Provinciali Gesuiti degli Stati Uniti e del Canada.

La Segreteria Generale sta anche lavorando al documento di lavoro del Sinodo, che è stato l’oggetto della riunione: questo raccoglie in un unico testo il materiale della consultazione avviata con il Documento preparatorio, i risultati del suddetto Seminario, cosí come l’abbondante documentazione proveniente dagli eventi organizzati dalla REPAM nell’ambito dell’Amazzonia.

“Il Documento di lavoro – spiega la Segreteria generale del Sinodo - è diviso in tre parti che affrontano i seguenti argomenti: la voce dell’Amazzonia intesa come ascolto di quel territorio, l’ecologia integrale e la Chiesa con volto amazzonico”.

L’obettivo “ è quello di presentare la situazione pastorale di quelle terre e avviare nuovi cammini per una più incisiva evangelizzazione in Amazzonia”, ma anche di riflettere sulla “ problematica ecologica che interessa la Regione”.

Il documento è stato approvato e sarà ampiamente diffuso.

Ti potrebbe interessare