Subiaco e Monastero di S. Scolastica: visite speciali per i fedeli

Giornate di Valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico: l’Abbazia territoriale di Subiaco promuove delle visite guidate alla scoperta del patrimonio artistico e architettonico del monastero di S. Scolastica

La valle
Foto: http://www.oraetlabora-subiaco.it/home/associazone#
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In occasione delle Giornate di Valorizzazione del patrimonio culturale ecclesiastico, promosse dall’Ufficio Cei per i Beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto, che si svolgeranno dal 15 al 22 maggio, l’Abbazia territoriale di Subiaco promuove delle visite guidate alla scoperta del patrimonio artistico e architettonico del monastero di S. Scolastica.

Per queste giornate particolari ci sarà l’apertura straordinaria della cappella degli Angeli e delle Grotte di S. Pietro III e di Sant’Onorato nei sotterranei del cenobio.

L’Abbazia Territoriale di Subiaco, come racconta anche il sito ufficiale, ha una storia antichissima che affonda le radici nel VI secolo. Le sue origini risalgono infatti alla fondazione di san Benedetto da Norcia, che istituì nella zona i suoi primi cenobi. Tra questi, il monastero di santa Scolastica resta l’unico mantenuto ininterrottamente in attività dai monaci nel corso di un millennio e mezzo.

Il monastero di Santa Scolastica si trova ad est di Subiaco, a 510 metri di altezza, ed è disposto longitudinalmente e parallelamente alla valle, dove, per secoli, vissero nella contemplazione e nella preghiera, eremiti e monaci, che le meritarono il nome di “valle santa”.

Le visite saranno svolte dall’Associazione culturale “Ora et Labora” e si terranno nei giorni 15, 21 e 22 maggio ad orari stabiliti (9.30, 11.30, 15.30, 16.30, 17.30). Ciascuna visita è riservata a gruppi di massimo 15 persone.

L' Associazione Culturale "Ora et Labora" nasce nell'estate del 1995 da un gruppo di neolaureati di Subiaco che si ponevano l'obiettivo di riscoprire e valorizzare il patrimonio storico, artistico e architettonico di Subiaco e della zona, nonché l'importanza religiosa - spirituale che la nostra vallata ha assunto dopo la venuta di S. Benedetto.

 

Ti potrebbe interessare