2 marzo 1939: 80 anni fa l'elezione di Papa Pio XII

Papa Pio XII
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Un conclave lampo quello che si è aperto il 1° marzo di 80 anni fa e si è chiuso il giorno seguente, 2 marzo, con la fumata bianca che ha annunciato l’elezione del Cardinale Eugenio Pacelli a Romano Pontefice con il nome di Pio XII, successore di Papa Pio XI morto il 10 febbraio precedente.

Era dunque il 2 marzo 1939: esattamente 80 anni fa.

62 i Cardinali di Santa Romana Chiesa riuniti nella Cappella Sistina: il Decano era il Cardinale Gennaro Granito Pignatelli di Belmonte, Camerlengo era lo stesso Eugenio Pacelli. 3 gli scrutini: il conclave più breve della storia recente della Chiesa.

A conclave concluso il Cardinale Francesco Marchetti Selvaggiani, Vicario Generale di Roma, ebbe a dire: “Se avessero votato gli angeli avrebbero fatto Elia Dalla Costa (Arcivescovo di Firenze ndr), se avessero votato i demoni avrebbero fatto me. Hanno invece votato gli uomini”.

Papa Pio XII venne eletto Pontefice il giorno del suo 63° compleanno: era infatti nato il 2 marzo 1876 a Roma: era dal 1670 con Clemente X che non veniva eletto un Papa romano. Dal 1939 non è stato più eletto un Cardinale nato nella Città Eterna.

Ordinato sacerdote il 2 aprile 1899, la sua è stata una formazione diplomatica. Papa Benedetto XV il 13 maggio 1917 - il giorno della prima apparizione della Madonna a Fatima - lo ordinò Vescovo, avendolo nominato Nunzio Apostolico in Baviera. Dal 1920 divenne Nunzio Apostolico in Germania e dal 1925 anche in Prussia. Nella sua qualità di Nunzio elaborò i concordati con Baviera e Prussia tra il 1924 e il 1929.

L’Arcivescovo Eugenio Pacelli fu creato cardinale da Pio XI nel concistoro del 16 dicembre 1929 e gli venne assegnato il titolo presbiterale dei Santi Giovanni e Paolo. Il 7 febbraio 1930 Pio XI lo scelse quale Segretario di Stato. A tale carica si aggiunsero quelle di Arciprete della Basilica Vaticana e di Presidente della Fabbrica di San Pietro. Nel 1935 venne inoltre nominato Camerlengo di Santa Romana Chiesa.

Il 2 marzo 1939 - come detto - fu eletto Papa.

Da Pontefice dovette subito affrontare la Seconda Guerra Mondiale. Ripetuti e costanti i suoi appelli per la pace. Si spese, in silenzio, per la salvezza degli ebrei a Roma. Durante tutta la guerra non lasciò mai Roma tanto da guadagnarsi l’appellativo di defensor civitatisSi recò anche nelle zone di Roma bombardate dagli Alleati.

Nel corso del suo lungo pontificato scrisse 40 encicliche e creò 56 cardinali in due concistori, tra i quali il suo immediato successore Angelo Giuseppe Roncalli.

Due curiosità: alla morte del Cardinale Segretario di Stato Luigi Maglione nell’agosto 1944, il Papa non nominò un altro Segretario di Stato. Si dovette aspettare il dicembre 1958 con la nomina di Domenico Tardini da parte di Giovanni XXIII. Nel 1941 morì invece il Cardinale Lorenzo Lauri Camerlengo di Santa Romana Chiesa, e Pio XII decise di non provvedere alla nomina del successore. Il 9 ottobre 1958 furono i cardinali in attesa del conclave ad eleggere Camerlengo il Cardinale Benedetto Aloisi Masella.

Papa Pio XII morì a Castel Gandolfo il 9 ottobre 1958.

Ti potrebbe interessare