Domani il giubileo dei Gesuiti

Uno dei gruppi di lavoro
Foto: Gesuiti
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Come migliaia di altri pellegrini prima di loro 215 gesuiti, provenienti da 66 Paesi, passeranno domani attraverso la Porta Santa della Misericordia della Basilica di san Pietro.

Partendo dalla Curia generalizia, in Borgo Santo Spirito, alle 7 di mattina, i presbiteri e fratelli della Compagnia di Gesù, - riuniti a Roma per la 36ª Congregazione Generale che eleggerà il 30º successore di sant’Ignazio- , vestiti con i paramenti liturgici procederanno verso la basilica dove celebreranno la santa messa all’altare di San Pietro. Presiederà la liturgia padre Bienvenido Nebres, SJ, filippino 76 anni, il più anziano tra gli elettori.

Durante la processione i celebranti indosseranno sull’abito liturgico una stola bianca, disegnata proprio per questa Congregazione Generale, che reca ricamato in oro il monogramma IHS, simbolo della Compagnia di Gesù. Accanto alla statua di papa Paolo III (1534-1549), il Papa che approvò la Compagnia nel 1540, i gesuiti pregheranno per il lavoro della Congregazione, in particolare per l’elezione del nuovo Generale, dopo padre Adolfo Nicolas, 80 anni, il Generale uscente, le cui dimissioni sono state accolte questa settimana dalla Congregazione Generale.

In questi giorni in Congregazione si sta presentando lo stato della Compagnia e si lavora in piccoli gruppi.

Ti potrebbe interessare