Papa Francesco: nuovo Concistoro il 5 ottobre

Papa Francesco annuncia un nuovo Concistoro: il 5 ottobre saranno creati 10 cardinali elettori e 3 non elettori

Angelus
Foto: Archivio CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nell'Angelus odierno in Piazza San Pietro, Papa Francesco annuncia un nuovo concistoro il prossimo 5 ottobre . Saranno creati 10 nuovi cardinali elettori e 3 non elettori.

Il Papa si scusa subito per il ritardo - quando si affaccia alla finestra dello studio del Palazzo Apostolico infatti sono le ore 12.07 -  e racconta che è rimasto chiuso nell'ascensore per un guasto tecnico per 25 minuti, sono dovuti intervenire quindi i Vigili del Fuoco. "Grazie al lavoro dei vigili del fuoco", dice il Papa con un pò di fiatone.

Tra i nuovi cardinali il Papa elenca questi : "Monsignor Ayuso Guixot, Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso, Monsignor don José Tolentino Calaça de Mendonça, Archivista e Bibliotecario di Santa Romana Chiesa, Monsignor Ignatius Suharyo Hardjoatmodjo, Arcivescovo di Giacarta, Monsignor Jean-Claude Hollerich , Arcivescovo di Lussemburgo, Monsignor Matteo Zuppi, Arcivescovo di Bologna; Padre Michael Czerny, Sotto Segretario della Sezione Migranti e Rifugiati del Dicastero per il Servizio dello sviluppo umano integrale, Monsignor Álvaro Leonel Ramazzini, Vescovo di Huehuetenamgo; Monsignor Cristóbal López Romero, Arcivescovo di Rabat; Monsignor Fridolin Ambongo Besungu, Arcivescovo di Kinshasa, Monsignor Juan de la Caridad Garcia Rodriguez, Arcivescovo dell'Havana.

Tra i cardinali non elettori: Monsignor Michael Louis Fitzegerald, Monsignor Sigitas Tamkevicius, Monsignor Eugenio Dal Corso. 

Il Pontefice prima della preghiera dell'Angelus riprende due parabole: la prima è rivolta a colui che è invitato a un banchetto, e lo esorta a non mettersi al primo posto, perché – dice – non ci sia un altro invitato più degno di te, e colui che ha invitato te e lui venga a dirti: Cedigli il posto!Allora dovrai con vergogna occupare l’ultimo posto. Gesù invece insegna ad avere l’atteggiamento opposto: Quando sei invitato, va’ a metterti all’ultimo posto,perché quando viene colui che ti ha invitato ti dica: Amico, vieni più avanti!

"Dunque - ecco il pensiero del Pontefice - non dobbiamo cercare di nostra iniziativa l’attenzione e la considerazione altrui, ma semmai lasciare che siano gli altri a darcele. Gesù ci mostra sempre la via dell’umiltà, perché è quella più autentica, che permette anche di avere relazioni autentiche".

Nella seconda parabola, Gesù si rivolge a colui che invita e, riferendosi al modo di selezionare gli invitati alla festa, gli dice: Quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. "Anche qui - commenta ancora il Papa -  Gesù va completamente contro-corrente, manifestando come sempre la logica di Dio Padre. Gesù invita alla generosità disinteressata, per aprirci la strada verso una gioia molto più grande: quella di essere partecipi dell’amore stesso di Dio".

Il Papa conclude: "La scelta di occupare l’ultimo posto esprime la consapevolezza di quanto siamo stati amati senza nostro merito, per pura grazia".

Dopo la preghiera dell'Angelus il Papa passa ai consueti saluti ai gruppi presenti in Piazza e ricorda che questa settimana partirà per l'Africa.

Infine, l'annuncio del Concistoro. “Preghiamo per i nuovi cardinali, affinché, confermando la loro adesione a Cristo, mi aiutino nel mio ministero di vescovo di Roma per il bene di tutto il santo popolo fedele di Dio", ha concluso il Papa.

Ti potrebbe interessare