Papa Francesco, quattro nuovi membri per il Pontificio Consiglio dei Testi Legislativi

Il Papa rimpolpa il dicastero della Curia romana che si occupa di interpretare le leggi della Chiesa Cattolica

Papa Francesco con i membri del Pontificio Consiglio dei Testi Legislativi al termine dell'udienza del 20 febbraio 2020
Foto: Vatican Media / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Quattro nuovi membri del Pontificio Consiglio dei Testi Legislativi. Papa Francesco ha nominato i cardinali Luis Antonio Tagle, Francisco Ladaria Ferrer, Dominique Mamberti e Jopseh Kevin Farrell come membri del dicastero che si occupa di interpretare le leggi universali della Chiesa Cattolica.

I quattro nuovi membri si inseriscono in un graduale rinnovamento della composizione del dicastero. Tra i cardinali membri, figuravano infatti tre porporati che avevano già superato gli 80 anni, e dunque erano tenuti a presentare le dimissioni: i cardinali Zenon Grocholewski Agostino Vallini e Luis Martinez Sistach. Come noto, i capi dicastero e i segretari decadono al 75esimo anno di età, mentre i membri all’80esimo.

Altri membri della Congregazione sono i cardinali: Crescenzio Sepe, arcivescovo di Napoli, Petr Erdo, arcivescovo di Esztergom / Budapest; Marc Ouellet, prefetto della Congregazione dei Vescovi; Oswald Gracias, arcivescovo di Bombay; Raymond Leo Burke, Patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta; Fernando Filoni, Gran Maestro dlel’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme; Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione delle Chiese Orientali; e Gerhard Ludwig Mueller, prefetto emerito della Congregazione della Dottrina della Fede.

Tra i membri c’ anche l’arcivescovo Marco Mellino, segretario aggiunto del Consiglio dei Cardinali, e l’arcivescovo John Joseph Myers di Newark.

Con l’ingresso del Cardinale Tagle, Papa Francesco mantiene la presenza del prefetto della Congregazione dell’Evangelizzazione dei Popoli nel dicastero, che prima era garantita dal cardinale Filoni, destinato ad altro incarico. Il Cardinale Ladaria va a rappresentare la Congregazione della Dottrina della Fede al posto del Cardinale Mueller, che non era stato confermato dal Papa. Il Cardinale Mamberti è prefetto del Tribunale della Segnatura Apostolica, mentre il Cardinale Joseph Kevin Farrell è prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, ma anche Camerlengo di Santa Romana Chiesa.

Il dicastero, che ha il suo primo antenato nella Pontificia Commissione per l’Interpretazione Autentica del Codice di Diritto Canonico stabilita da Benedetto XV nel 1917, ha quattro compiti principali: l’interpretazione delle leggi universali della Chiesa; l’aiuto agli altri dicasteri romani affinché i decreti generali esecutivi e le istruzioni siano conformi alle norme del diritto vigente; la revisione dei decreti generali degli organismi episcopali; e, a richiesta degli interessati, la decisione se le leggi particolari ed i decreti generali, emanati da legislatori al di sotto della suprema autorità, siano conformi alle leggi universali della Chiesa.

Ti potrebbe interessare