Papa Francesco, sette donne tra i membri della Congregazione dei religiosi

Infornata di nuovi membri alla Congregazione che si occupa degli Istituti di Vita Consacrata. Per la prima volta, ci sono anche superiori degli ordini religiosi femminili

Una veduta della Basilica di San Pietro
Foto: Bohumil Petrik / ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Entrano anche le superiori generali degli ordini femminili tra i nuovi membri della Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica. La Congregazione, guidata dal Cardinale Joao Braz de Aviz, è composta di cinque uffici e si occupa di promuovere e regolamentare le forme di vita consacrata e monastica nella Chiesa Cattolica.

L’ingresso delle Superiori Generali è una novità. Fino ad ora, membri della Congregazione erano solo i superiori generali. La Congregazione ha comunque come sottosegretario Suor Carmen Ros Nortes, una degli officiali donne più alta in grado in Vaticano, cui è stato affiancato come sottosegretario padre Pier Luigi Nava.

Papa Francesco ne include sette, e tra queste una laica consacrata. Sono: Kathleen Appler, F.d.C., Superiora Generale delle Figlie della Carità di S. Vincenzo de' Paoli; Yvonne Reungoat, F.M.A., Superiora Generale delle Figlie di Maria Ausiliatrice (Salesiane di Don Bosco); Françoise Massy, F.M.M., Superiora Generale delle Suore Francescane Missionarie di Maria; Luigia Coccia, S.M.C., Superiora Generale delle Suore Missionarie, Pie Madri della Nigrizia (Comboniane); Simona Brambilla, M.C, Superiora Generale delle Suore Missionarie della Consolata; M. Rita Calvo Sanz, O.D.N., Superiora Generale dell'Ordine della Compagnia di Maria Nostra Signora; e la Signorina Olga Krizova, Presidente Generale dell'Istituto Secolare Volontarie di Don Bosco.

La presenza di donne come membri nei dicasteri è uno dei segni che Papa Francesco vuole dare per dare maggiori responsabilità alle donne nella Chiesa. Già nel 2014, Suor Irma Luzia Premoli, superiora generale delle Missionarie Comboniane, fu nominata membro della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, mentre più recentemente quattro donne sono state nominate consultori della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi. Di un maggiore ruolo della donna in Curia è stato discusso anche nel consiglio dei Cardinali che sta lavorando alla riforma della Curia.

Entrano a far parte della Congregazione anche i Cardinali Angelo De Donatis, vicario generale del Papa per la diocesi di Roma; Kevin Joseph Farrell, prefetto del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita, e Camerlengo di Santa Romana Chiesa; Luis Francisco Ladaria Ferrer, S.I., Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede e Ricardo Blázquez Pérez, Arcivescovo di Valladolid (Spagna).

Quindi, diventano membri della Congregazione anche i vescovi: Amilton Manoel da Silva, C.P., Vescovo Ausiliare di Curitiba (Brasile); Paolo Bizzeti, S.I., Vicario Apostolico di Anatolia (Turchia); Sebastian Francis Shaw, O.F.M., Arcivescovo di Lahore (Pakistan); Paskalis Bruno Syukur, O.F.M., Vescovo di Bogor (Indonesia); José de Jesús González Hernández, O.F.M., Prelato di Jesús María (Messico). Si tratta di un cambio quasi completo della membership dei vescovi nella Congregazione, per i quali era scaduta la nomina quinquennale.

Tra i superiori generali, entrano padre Arturo Sosa Abascal, S.I., Preposito Generale della Compagnia di Gesù; Guillermo Leon Arboleda Tamayo, O.S.B., Abate Presidente della Congregazione Sublacense Cassinese dell'Ordine di S. Benedetto; Saverio Cannistrà del Sacro Cuore, O.C.D., Preposito Generale dei Carmelitani Scalzi; Robert Irvin Schieler, F.S.C., Superiore Generale dei Fratelli delle Scuole Cristiane; Alejandro Moral Antón, O.S.A., Priore Generale dell'Ordine di S. Agostino; Roberto Genuin, O.F.M. Cap., Ministro Generale dell'Ordine Francescano dei Frati Minori Cappuccini; Leonir Mario Chiarello, C.S., Superiore Generale dei Missionari di San Carlo (Scalabriniani).

Colpisce l’assenza dei domenicani, che in realtà sono in questi giorni in Vietnam per eleggere il loro nuovo “maestro dell’ordine” che sostituirà padre Bruno Cadoré.

Ti potrebbe interessare