Sinodo per l’Amazzonia, Papa Francesco incontrerà il capo indigeno Raoni

Raoni Metukire, capo indigeno dell'Amazzonia
Foto: Wikimedia Commons
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

È arrivato in Europa per un tour di tre settimane, per allertare gli europei sulla deforestazione in Amazzonia. Ed è notizia di oggi che Raoni Metukire, capo indigeno dell’Amazzonia e leader del popolo Kayapò, sarà anche in udienza da Papa Francesco.

Alessandro Gisotti, direttore ad interim della Sala Stampa della Santa Sede, ha infatti comunicato che “il Santo Padre riceverà in udienza privata il capo indigeno dell’Amazzonia, Raoni, il prossimo 27 maggio”.

Sempre Gisotti spiega che “con questo incontro, Papa Francesco ribadisce la sua attenzione per la popolazione e l’ambiente dell’area amazzonica e il suo impegno per la salvaguardia della Casa Comune”, e che l’incontro “si inserisce inoltre nel contesto della preparazione all’Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la regione Pan-Amazzonica, che si terrà dal 6 al 27 ottobre prossimo, sul tema “Amazzonia: Nuovi Cammini per la Chiesa e per una Ecologia Integrale".

L’incontro con il capo indigeno è dunque parte degli incontri di preparazione al Sinodo Speciale per l’Amazzonia. Nell’ultimo incontro del Consiglio pre-Sinodale, il 14-15 maggio, è stato anche approvato l’instrumentum laboris del Sinodo, che sarà poi presto diffuso, mentre Papa Francesco ha nominato anche sei nuovi consultori della Segreteria Generale del Sinodo, tra cui quattro donne.

Molti gli appuntamenti preparatori del Sinodo: dalla seconda riunione della REPAM (la rete ecclesiale per l’Amazzona) con la Segreteria del Sinodo, che ti è tenuta a Manaos, dal 14 al 15 novembre 2018 al Seminario di studio organizzato dalla Segreteria Generale sul tema “Verso il Sinodo Speciale per l’Amazzonia: dimensione regionale e universale”, che si è tenuto dal 25 al 27 febbraio 2019. Il Cardinale Baldisseri, segretario generale del Sinodo, ha partecipato anche alla Conferenza internazionale di Washington (dal 19 al 21 marzo 2019), organizzata dalla REPAM, dal Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, dall’Osservatore della Santa Sede presso l’ONU e dalla Conferenza dei Provinciali Gesuiti degli Stati Uniti e del Canada.

Il Sinodo speciale si colora anche di una nota diplomatica. Raoni, con la sua tournée in Europa, conta anche di raccogliere un milione di euro per la protezione della riserva di Xingu, nel Mato Grosso. Il capo indigeno presenterà anche le sue riserve sulla politica portata avanti dal presidente Jair Bolsonaro.

Intanto, dal 23 al 26 maggio il ministro Kenneth Felix Haczynski de Nobrega, alto rappresentante del governo brasiliano è stato in vaticano proprio con l’obiettivo di discutere i temi del Sinodo Speciale sulla Regione Pan-Amazzonica, che si terrà in Vaticano il prossimo ottobre. Relatore generale del Sinodo sarà il Cardinale Hummes.

Molti gli incontri istituzionali del ministro Haczynski de Nobrega. Oltre all’incontro con il Cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, che tra l’altro è stato anche nunzio in Brasile, il ministro ha incontrato in Segreteria di stato l’arcivescovo Edgar Pena Parra, sostituto, e monsignor Antoine Camilleri, sottosegretario per i Rapporti con gli Stati. C’è stato anche uno scambio con monsignor Segundo Tejado Munoz, sottosegretario del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale, con l’arcivescovo Marcelo Sanchez Sorondo, cancelliere della Pontificia Accademia delle Scienze, e con Guzman Carriquiry, segretario generale della Pontificia Commissione per l’America Latina.

Ti potrebbe interessare