Vaticano, il nuovo sottosegretario del Dialogo Interreligioso è un missionario in Taiwan

Si tratta del congolese Padre Paulin Batairwa Kubuya. Papa Francesco nomina anche i nuovi membri e consultori del Pontificio Consiglio della Cultura

La basilica di San Pietro
Foto: Bohumil Petrik / CNA
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

È un missionario saveriano congolese a Taiwan il nuovo sottosegretario del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso. Padre Paulin Batairwa Kubuya è stato nominato da Papa Francesco al posto di numero 3 del dicastero guidato dal Cardinale Miguel Angel Ayuso Guixot. Papa Francesco ha nominato oggi anche nuovi membri e consultori del Pontificio Consiglio della Cultura.

Con la nomina di Padre Batairwa a sottosegretario, si completano così i ranghi del dicastero. Dopo la morte del Cardinale Jean Louis Tauran e una vacanza lunga un anno, è stato nominato presidente il Cardinale Ayuso, che era stato segretario del dicastero per sette anni e che ha ricevuto la berretta rossa all’ultimo concistoro. Segretario del Consiglio era stato invece nominato monsignor Indunil Janakaratne Kodithuwakku Kankanamalage, che era sottosegretario del dicastero.

Padre Batairwa Kubuya è originario della Repubblica Democratica del Congo, ed è missionario saveriano a Taiwan. Sacerdote dal 2000, è stato destinato alla Delegazione Cinese dei Saveriani a Taipei, dove ha conseguito il dottorato in Interreligious Dialogue presso la Fu Jen University, dove ha insegnato fino ad ora nel dipartimento di studi religiosi.

La sua nomina è anche un segno di amicizia nei confronti di Taiwan, sempre preoccupata dall’avvicinamento della Santa Sede alla Cina con l’accordo provvisorio per la nomina di nuovi vescovi. Da notare che la Santa Sede ha partecipato a diversi eventi a Taiwan nel corso dell’ultimo anno.

Papa Francesco ha anche nominato nuovi membri e consultori del Pontificio Consiglio della Cultura, che è destinato poi a convergere nella Congregazione per l’Educazione Cattolica con la riforma della Curia.

Spiccano, tra i nuovi membri, i cardinali Baltazar Porras Cardozo, amministratore Apostolico sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis di Caracas e Arcivescovo di Mérida (Venezuela); Jozef De Kezel, Arcivescovo di Mechelen-Brussel, Ordinario Militare per il Belgio, Presidente della Conferenza Episcopale del Belgio; e Joseph William Tobin, redentorista., Arcivescovo di Newark (U.S.A.), Superiore di Turks and Caicos (Gran Bretagna).

Viene nominato membro del dicastero anche il Cardinale Luis Francis Ladaria Ferrer, prefetto della Congregazione per la dottrina della Fede. Nella infornata di nuovi membri, anche l’arcivescovo Jose Palma di Cebu (Filippine); l’arcivescovo Gerard Tlali Lerotholi, oblato di Maria Immacolata, di Maseru (Lesotho); il vescovo Marian Florczyk, ausiliare di Kielce (Polonia). Dall’Italia, è stato nominato il vescovo Antonino Raspanti di Acireale.

Tra i nuovi consultori, c’è padre Paolo Benanti, esperto di intelligenza artificiale, nominato anche consigliere della Penitenzieria Apostolica la scorsa settimana. Quindi, monsignor Tamas Toth, secretario della Conferenza Episcopale Ungherese, e Jacques de Longeaux, che insegna alla Facoltà di Teologia di Notre Dame a Parigi.

Nuovo consultore è anche padre Eric Salobir, promotore generale del suo Ordine per le comunicazioni sociali, che è stato anche parte della commissione per la riforma dei media vaticani e che già era consultore del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, prima che questi venisse assorbito dalla Segreteria della Comunicazione. Oltre ad essere consultore del dicastero della Comunicazione, Padre Salobir è anche tra i promotori del center “Center for Digital Culture” che sta per nascere su iniziativa del Pontificio Consiglio della Cultura, con il coinvolgimento di altre realtà come OPTIC (Ordine dei predicatori per la tecnologia, l’informazione e la comunicazione), e che ha l’obiettivo di essere un punto di riferimento sui temi etici nell’uso della tecnologia.

Ci sono anche delle suore tra i membri. Sono Dominica Dipio, M.S.M.M.C., Professoressa di Letteratura presso la Makerere University di Kampala (Uganda); Patricia Murray, I.B.V.M., Segretaria dell'Unione Internazionale delle Superiore Generali - U.I.S.G. (Irlanda); Mariella Mascitelli, P.D.D.M., Architetto specializzata in architettura ed arte per la liturgia (Italia).

E poi, sono scelti come consultori il professor Roberto Battiston, Docente di Fisica Sperimentale presso l'Università di Trento (Italia); il professor Stefano Paleari, Docente di Analisi dei Sistemi Finanziari presso l'Università degli Studi di Bergamo, Commissario Straordinario di Alitalia (Italia); Maud de Beacuchesne-Cassanet, Responsabile del Dipartimento di Arte Sacra della Conferenza dei Vescovi di Francia; Daniele Pasquini, Presidente del Comitato Territoriale di Roma del Centro Sportivo Italiano.

 

Ti potrebbe interessare