Ultime Notizie: Santa Sede

Una statua della Madonna in un campo rifugiati visitato dal Cardinale Mahony e l'arcivescovo Tomasi / Sezione MIgranti - Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Integrale

Santa Sede, missione rifugiati. “Ricostruire il clima di fiducia”

Il primo obiettivo è quello di “ricostruire il clima di fiducia” per permettere ai rifugiati di ritornare a casa. Lo racconta ad ACI Stampa l'arcivescovo Silvano Tomasi, segretario delegato del Dicastero per la Promozione dello Sviluppo Umano Integrale, che è stato in un “pellegrinaggio” di 10 giorni in Libano, Giordania, Iraq, Grecia.  

L'arcivescovo Ivan Jurkovic, Osservatore Permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite a Ginevra / YouTube

Santa Sede vs. traffico degli esseri umani: i numeri dell'impegno

Da una parte, i freddi protocolli internazionali, sempre più diffusi, cui la Santa Sede aderisce, e che pure non danno la portata delle dimensioni del fenomeno. Dall’altra, l’impegno della Santa Sede, cominciato da tempo, e non solo con l’adesione ai protocolli internazionali, ma con un impegno sul territorio che va ben oltre l’impegno della comunità internazionale. Sono questi i due poli su cui si impernia l’intervento dell’arcivescovo Ivan Jurkovic, Osservatore permanente della Santa Sede a Ginevra, alla 22esima Conferenza Umanitaria Internazionale che si è tenuta a Ginevra lo scorso 16 febbraio.  

CNA

Accordo Quadro tra Santa Sede e Repubblica del Congo

Santa Sede e Repubblica del Congo hanno firmato stamane l'Accordo-quadro che garantisce alla Chiesa “la possibilità di svolgere la propria missione nel Congo”. “In particolare – si legge nella nota ufficiale -  viene riconosciuta la personalità giuridica della Chiesa e delle sue Istituzioni”. Il documento è stato siglato per la parte vaticana da Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato del Papa, e per la Repubblica del Congo. Clément Mouamba, Primo Ministro.

Il Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite / Andrea Gagliarducci / ACI Group

Santa Sede all’ONU: “Le religioni, agenti indispensabili per la pace”

Ripercorrendo punto per punto il discorso di inizio anno di Papa Francesco al corpo diplomatico accreditato, la missone della Santa Sede alle Nazioni Unite rimarca l’importanza delle religioni nella promozione della pace nel mondo.  

L'insegna del Consiglio d'Europa a Strasburgo / Andrea Gagliarducci / ACI Stampa

La Santa Sede al Consiglio d'Europa: quale è l'incontro citato dal Papa?

Nel suo discorso di inizio anno al corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, Papa Francesco ha anche plaudito ad una iniziativa del Consiglio d’Europa sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale. Questa iniziativa – che ha luogo ogni anno – si chiama Exchanges, e la Santa Sede vi prende parte da sempre. Lo scorso anno, l’incontro si è tenuto a Sarajevo, mentre questo anno ha avuto luogo a Strasburgo, sede del Consiglio d’Europa, dal 9 al 10 novembre. Ma cosa ha detto la Santa Sede durante l’incontro?

Ufficio stampa Bambino Gesù

Bambino Gesù: Mariella Enoc alla guida per altri quattro anni

La Santa Sede conferma la fiducia riposta nel Presidente del Bambino Gesù, Mariella Enoc, rinnovando l’incarico alla guida dell’Ospedale Pediatrico per il quadriennio 2017-2020. Lo rende noto un comunicato stampa ufficiale dell’Ospedale della Santa Sede.

Un momento di cordoglio di Papa Francesco  / Martha Calderon / ACI Group

Berlino ed Ankara, il Papa: "La follia omicida del terrorismo non trovi spazio nel mondo"

E' con un telegramma del Segretario di Stato vaticano, il Cardinale Pietro Parolin, che Papa Francesco esprime il suo cordoglio per la strage avvenuta il 19 dicembre a Berlino, ma soprattutto auspica che "la violenza del terrorismo" non trovi più "spazio nel mondo". La stessa giornata è stata macchiata da un altro fatto di sangue, l'assassinio dell'ambasciatore russo presso la Turchia ad Ankara. 

Una veduta di Nouakchott, la capitale della Mauritania / PD

Santa Sede e Mauritania: si aprono le relazioni diplomatiche

Non sono più quindici le nazioni con le quali la Santa Sede non ha rapporti diplomatici. La Santa Sede ha infatti annunciato oggi che stabilirà un nunzio apostolico in Mauritania, stabilendo così relazioni diplomatiche con la Repubblica islamica del continente africano.  

CNA

Vietnam Santa Sede, due giorni di lavoro in Vaticano

Prosegue l'impegno della Santa Sede

CNA

Santa Sede e Repubblica del Benin. La firma di Accordo Quadro

“L’Accordo Quadro, costituito da un preambolo e 19 articoli, garantisce alla Chiesa la possibilità di svolgere la propria missione nel Benin”.  E’ quanto spiega un comunicato stampa ufficiale della Sala Stampa della Santa Sede. “In particolare – continua il comunicato - viene riconosciuta la personalità giuridica della Chiesa e delle sue Istituzioni. Le due Parti, pur salvaguardando l’indipendenza e l’autonomia che sono loro proprie, si impegnano a collaborare per il benessere morale, spirituale e materiale della persona umana e per la promozione del bene comune. L’Accordo Quadro entrerà in vigore con lo scambio degli Strumenti di Ratifica”.

Stephen Driscoll - CNA

Santa Sede e Repubblica Centrafricana, un accordo per promuovere il bene comune

E’ stato firmato “l’Accordo Quadro tra la Santa Sede e la Repubblica Centroafricana su materie di interesse comune”.

OR

Papa Francesco, un pranzo con i rifugiati siriani che ha fatto accogliere

Ne aveva portati 12 con lui lo scorso 16 aprile, facendo della Santa Sede un “corridoio umanitario”. E sempre allo stesso modo ne sono arrivati altri 5 a metà giugno. Sono i rifugiati siriani che Papa Francesco ha voluto accogliere a Roma, con i quali oggi ha avuto un pranzo nella Domus Sanctae Marthae.  

PAM

I quattro obiettivi strategici del PAM

Nel 2004 la zecca italiana ha dedicato al Programma Alimentare Mondiale una moneta commemorativa da 2 euro. Molto altro probabilmente leggendo i giornali non si trova.

Arcivescovo Ivan Jurkovic, Osservatore Permanente della Santa Sede presso l'Ufficio ONU di Ginevra / mospat.ru

Santa Sede: “Preoccupati dalla mancanza di lavoro”

L’Organizzazione Internazionale del Lavoro compie 100 anni. E la Santa Sede si prepara a celebrare l’anniversario esprimendo la “forte preoccupazione” per la mancanza di lavoro, specialmente tra le giovani generazioni. Il tutto in un discorso dell’arcivescovo Ivan Jurkovic, osservatore permanente della Santa Sede presso l’ufficio ONU di Ginevra, alla 105esima sessione della Conferenza Internazionale del Lavoro il 2 giugno.

Il Cardinal Parolin e l'Arcivescovo Auza parlano durante una delle pause del World Humanitarian Summit / Holy See Mission

Cosa ha detto la Santa Sede al World Humanitarian Summit?

Mettere l’essere umano al primo posto: è su questo principio, cuore della diplomazia della Santa Sede, che la delegazione vaticana al World Humanitarian Summit ha basato tutti gli interventi nelle tre tavole rotonde cui ha preso parte durante questa tre giorni di Istanbul. Tre tavole rotonde, con temi importanti: porre fine ai conflitti attraverso la prevenzione; osservare e rispettare le norme internazionali; e l’educazione alla cultura della pace.

Bohumil Petrik/CNA

Accordo-quadro tra Santa Sede e Repubblica Democratica del Congo

Santa Sede e Repubblica Democratica del Congo hanno firmato stamane l'Accordo-quadro su materie di comune interesse. Il documento è stato siglato per la parte vaticana da Monsignor Paul Richard Gallagher, Segretario per iRapporti con gli Stati, e per la parte congolese da Raymond Tshibanda N'Tungamulongo, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

acistampa

PricewaterhouseCoopers (PwC), la Santa Sede chiarisce

La Sala Stampa della Santa Sede ha diramato un comunicato a seguito delle indiscrezioni di stampa e relative smentite e chiarificazioni che nei giorni scorsi hanno cercato di contrapporre i cardinali Pell e Parolin in un improbabile contrasto sulla modalità di riforma economica e finanziaria della Santa Sede voluta da Papa Franceso.

Nazioni Unite, New York / Andrea Gagliarducci / ACI Stampa

Conflitto israelo-palestinese, le preoccupazioni della Santa Sede

La soluzione “due popoli, due Stati” per l’annoso conflitto israelo-palestinese potrebbe essere a rischio. È il grido di allarme lanciato dall’arcivescovo Bernardito Auza, Osservatore Permanente della Santa Sede presso la Sede ONU di New York.

La sala dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel Palazzo di Vetro di New York, USA / Andrea Gagliarducci / ACI Stampa

Santa Sede: “Denunciare la mendacità dei gruppi terroristici blasfemi”

“La mendacità e la blasfemia dei gruppi terroristi che rivendicano di uccidere e opprimere in nome della religione deve essere apertamente denunciato nei modi più forti possibili.” L’arcivescovo Bernardito Auza, osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite.

Papa Francesco scende dall'aereo di ritorno da Lesbo. Lo seguono i rifugiati che sono stati accolti a bordo dell'aereo papale. Aeroporto di Ciampino, 16 aprile 2016 / Marco Mancini / ACI Stampa

La Santa Sede, un corridoio umanitario

La Santa Sede come corridoio umanitario. Portando con sé in aereo dodici rifugiati siriani, Papa Francesco si è prestato al “ponte areo” messo in atto da anni per trasportare i rifugiati in maniera sicura dai Paesi di origine a Paesi in cui possano essere appunto definiti rifugiati. Si chiama “corridoio umanitario”, ed è un progetto fortemente sponsorizzato dalla Comunità di Sant’Egidio, che infatti si farà inizialmente carico di queste 12 persone. Un progetto che da poco è diventato un “progetto pilota” del governo italiano, prendendo così un riconoscimento anche a livello internazionale.