Storie

Il mosaico della Madre di Dio d'Iveron nei Giardini Vaticani, in via del Mosaico / Ambasciata di Georgia presso la Santa Sede

Un mosaico georgiano in Vaticano: la Madre di Dio d'Iveron

La riproduzione in mosaico di una delle più antiche icone della Madonna, la Madre di Dio d’Iveron, caratterizzata da una cicatrice sul lato destro del volto, è stata installata lo scorso 28 novembre in Vaticano. La copia in mosaico è un dono del governo della Georgia al Santo Padre, ed è stata collocata in Via del Mosaico (la curva vicino all’ex stazione ferrovia della citta del vaticano), il nome che è rimasto tale per i laboratori dei mosaici collocati all’epoca in quella via. L’evento ha segnato anche la fine del secondo mandato da ambasciatore di Georgia presso la Santa Sede di Khetevane Bagrationi.  

Il coro delle monache / Monastero Città della Pieve

Monastero di Città della Pieve, la storia di Suor Chiara Antonella. Tra musica e preghiera

Suor Chiara Antonella ha una storia molto speciale. Cieca dalla nascita, ha saputo mettere a frutto con amore questa sua diversità e non si è mai arresa davanti a questa difficoltà. Suor Chiara Antonella ha 57 anni e dal 1988 vive nel bellissimo Monastero di Città della Pieve in Umbria. Diplomata in pianoforte nel 1987 presso il Conservatorio di Bergamo, ha studiato come privatista con un'insegnante, anche lei non vedente. Del suo talento musicale a trarne profitto sono soprattutto le sue sorelle clarisse. Infatti Suor Chiara Antonella compone musiche e partiture per le celebrazioni in Monastero. ACI Stampa racconta la storia di questa clarissa, che ama suonare, comporre e non dimentica mai il suo compito più grande, pregare.

Vatican Media

La situazione dei cristiani in Terra Santa, sempre più difficile dice Padre Faltas

La presenza dei cristiani in Terra Santa è da anni ormai a rischio, ma con l’inizio della guerra del 7 ottobre la situazione diventa sempre più drammatica.

ACR

L' Azione Cattolica Ragazzi, la gioia di essere cristiani di bambini e bambine

Chiassosi e festanti come sempre, ma anche attenti e partecipi com’è tipico degli acierrini nello scorso ottobre sono arrivati a Silvi Marina

www.santuarioloreto.va

Loreto, il dialogo antico tra i Pontefici e Maria nella Santa Casa di Nazaret

E’ un dialogo antico quello tra i Pontefici e la Santa Casa di Loreto.

FB

Un coro che racconta una missione, quella dell' Antoniano dei frati francescani di Bologna

Il Coro dell’Antoniano nasce nel 1963 in occasione della quinta edizione dello Zecchino d’Oro,

Aci Stampa

La ricchezza di arte e fede della basilica di Sant’Ambrogio a Milano

Data famosa quella del 7 dicembre: un giorno che vede celebrata la memoria di uno dei più conosciuti e importanti Dottori della Chiesa, Sant’Ambrogio Vescovo.

Pubblico dominio

Cosa significa la Corona dell'Avvento?

Tre sacerdoti, attraverso i social network, hanno spiegato qual è il significato della Corona dell'Avvento e come questo simbolo ci aiuti a vivere bene questo tempo liturgico, in cui ci prepariamo a celebrare la nascita di Gesù Bambino.

Vatican Media / OR / Emanuele Occhipinti

Fisc, "il futuro dell’editoria nel nostro Paese non può e non deve essere solo digitale"

Dal Papa, lo scorso fine novembre, sono state le Delegazioni della Federazione Italiana Settimanali Cattolici (FISC), dell’Unione Stampa Periodica Italiana (USPI), dell’Associazione “Corallo” e dell’Associazione “Aiart – Cittadini mediali”. Papa Francesco ha approfittato di incontrare queste importanti associazioni in Vaticano per un discorso sul senso dei media cattolici, e sul loro ruolo in società, chiedendo di promuovere una “ecologia della comunicazione". Emanuele Occhipinti, Direttore Ufficio comunicazioni per comunicazioni sociali Diocesi di Ragusa e neo eletto in Consiglio nazionale FISC, racconta ad ACI stampa l'importanza della comunicazione cattolica, della FISC e l'incontro speciale con Papa Francesco.

Caritas Italiana

Chi si ricorda dei profughi armeni del Nagorno Karabakh?

 Sono statti più di centomila a dover lasciare tutto. Casa, lavoro e patria. Quella per cui hanno lottato fino all'ultimo: il Nagorno Karabakh. Quella enclave cristiana nello stato dell' Azerbaijan islamico.

la celebrazione della Messa - CNA

Riscoprire la centralità della santa Messa. I Domenica di Avvento

Inizia oggi, con la prima domenica di Avvento, il nuovo Anno Liturgico. Durante l’Avvento, che si prolunga per quattro settimane, la Chiesa ci porta a meditare sulle  tre venute di Cristo. La prima celebra l’incarnazione del Figlio di Dio, evento accaduto in un tempo determinato ed in un luogo ben preciso. Con essa noi abbiamo conosciuto l’infinito amore di Dio che, per liberare l’uomo dalla schiavitù del peccato ed aprirgli la porta del Paradiso, ha accettato di entrare nel nostro mondo e di assumere la debolezza della nostra carne. Questa venuta noi la celebriamo nel santo Natale, che inaugura il tempo della salvezza.

Mondadori

Daniele Mencarelli racconta la ‘fame d’aria’ degli ‘scartati’ che porta a Dio

E’ un angelo caduto, Jacopo: un bel ragazzo di 18 anni, alto, che a una prima occhiata può ingannare, poi ci si accorge che dondola di continuo, che i suoi sono occhi da sonnambulo, che la mano va avanti e indietro sulla coscia, a passare e ripassare, senza sosta. Allora gli sguardi della gente si fermano, e interrogano con curiosità e pietà.

pd

Cosa significa per la comunità cattolica dell’Arabia il giubileo di Sant’Areta ?

Nelle scorse settimane si è aperto con una solenne celebrazione eucaristica nella cattedrale di Nostra Signora d’Arabia ad Awali, nel Bahrein,

La riunione del comitato teologico congiunto tra Chiesa Cattolica e la Chiesa Assira Orientale / Dicastero per la Promozione dell'Unità dei Cristiani

Il dialogo tra la Chiesa Cattolica e la Chiesa assira dell’Oriente

Ci sono già due documenti congiunti, e un terzo sarà probabilmente pronto il prossimo anno, quando Chiesa Cattolica e Chiesa Assira d’Oriente celebreranno i trenta anni di dialogo. Intanto, però, il dialogo ecumenico tra i cattolici e la Chiesa pre-efesina, una realtà principalmente presente nel territorio dell’antica Mesopotamia, continua, e dal 22 al 24 novembre si è tenuta a Roma  

Terremoto in Marocco / Radio Caritas (account X)

Marocco, la situazione dopo il terremoto. Cardinale Lopez: “La ricostruzione sarà lunga”

Il 9 settembre una serie di tremende scosse di terremoto ha colpito il Marocco, nella zona di Marrakech-Safi, causando un bilancio accertato di 3 mila morti e 5.530 feriti. La Chiesa è stata da subito vicina alla popolazione, il Cardinale Cristobal Lopez, arcivescovo di Rabat, si è recato anche nei luoghi del sisma e ha celebrato Messa lì per portare conforto alla popolazione. Tre mesi dopo, quale è la situazione in Marocco? E quale è lo stato di salute della Chiesa? Risponde lo stesso Cardinale Cristobal Lopez, in una intervista in cui guarda anche al viaggio di Papa Francesco nel Paese di quattro anni fa e alla salute della sua Chiesa locale.  

catalunyareligio.cat

A Barcellona il presepe torna protagonista per la città

Gli 800 anni del Presepe saranno celebrati anche dalla città di Barcellona. I presepisti della città si ispirano a Greccio e il quartiere gotica sembra una piccola città umbra del 1200 per l'allestimento del presepe monumentale dell'Associació de Pessebristes de Barcelona.

Comunità Papa Giovanni XXIII

Il nuovo responsabile, Marco Fadda racconta 50 anni della comunità ‘Papa Giovanni XXIII’

L’idea di creare la comunità ‘Papa Giovanni XXIII’ nasce dall’esperienza del suo fondatore,don Oreste Benzi,

Wikipedia

La storia delle Figlie della Carità, la congregazione di Santa Caterina Labouré

“Chi avrebbe pensato che vi sarebbero state le Figlie della Carità 

Cristo Re - pd

Chi non ama rimane nella morte. Solennità di Cristo Re

Siamo giunti, carissimi fratelli e sorelle, alla fine dell’anno liturgico e per questa ragione la Chiesa celebra la solennità di Cristo Re dell’Universo. In questa domenica risuona alle nostre orecchie e dentro al nostro cuore una parola che offre una grande certezza alla nostra vita: ”Bisogna … - così afferma san Paolo nella seco lettura - che Cristo regni finché non abbia posto tutti i nemici sotto i suoi piedi”. E’ come se ci venisse detto, con un linguaggio più vicino a noi: “Dio ha deciso che Cristo regni…e quindi ciò accadrà necessariamente”.

Il sito di Orthcath, la nuova banca dati del dialogo cattolico -ortodosso / Christianunity.va

Dialogo cattolico ortodosso, una nuova banca dati per fare memoria

Si chiama Orth-Cath, ed è una risorsa preziosissima. Si tratta, infatti, di un database online del dialogo cattolico ortodosso, lanciato dal Comitato direttivo di Pro Oriente per il dialogo ortodosso-cattolico. Vi sono stati raccolti dichiarazioni, documenti e testi congiunti pubblicati dal 1960 ad oggi, sia ufficiali che non ufficiali, nazionali e internazionali. Un lavoro certosino di trascrizione e analisi, che rappresenta ora un punto di riferimento per il dialogo ecumenico.